Comunicati stampa

I numeri del grande successo del “Trofeo Alfredo Binda 2016 WWT”

I numeri del grande successo del “Trofeo Alfredo Binda 2016 WWT”

Sono passate già diverse settimane dal trofeo Alfredo Binda ma non accenna a diminuire l’eco che ha caratterizzato l’ultima edizione, vinta dalla campionessa del mondo Elizabeth Armitstead e passata in archivio per la folla delle grandi occasioni che ha reso indimenticabile il doppio appuntamento di Cittiglio. Sia la gara delle elite che la gara delle junior, il trofeo Da Moreno, Piccolo trofeo Alfredo Binda vinto dalla francese Clara Copponi, hanno suscitato molto entusiasmo in un territorio già molto appassionato al ciclismo e così fortemente legato alla figura di Alfredo Binda.

L’Entusiasmo del pubblico è nato dai “grandi numeri” che hanno caratterizzato il week end del 20 marzo. Alla gara elite hanno partecipato 28 squadre, un record, mentre alla gara junior ben 21 team, altro record. Al trofeo Binda hanno preso il via 165 atlete, provenienti da tutti i continenti tra cui le nazionali di Francia e Svizzera. In totale sono state rappresentati i seguenti Paesi: Australia, Belgio, Bielorussia, Brasile, Canada, Colombia, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Guam, Italia, Kazakistan, Lituania, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria. Le atlete junior al via sono state 119, tra cui cinque nazionali straniere (Francia, Svizzera, Lituania, Austria e Slovenia), una squadra mista estera e 15 teams italiani. Questi i Paesi rappresentati: Italia, Francia, Svizzera, Lituania, Austria, Slovenia, Belgio, Olanda, Norvegia, Gran Bretagna e Russia. Qualificatissima la partecipazione: venti campionesse in carica tra titoli mondiali, continentali e nazionali.

Il percorso di gara, con l’inedita partenza da Gavirate, ha toccato ben venti comuni. Per l’organizzazione di tutti i servizi necessari la Cycling Sport Promotion ha messo in campo un plotone di ben 80 persone; ben 80 sono stati i mezzi utilizzati, fra moto e autovetture e 350 sono stati i volontari che hanno garantito la sicurezza del percorso insieme a 150 membri delle forze dell’ordine. Sono stati distribuiti 1000 pass.

Piuttosto imponente è stata la comunicazione assicurata. Alla gara hanno partecipato 50 giornalisti, fra carta stampata, web, tv, radio, fotografi e cineoperatori. RAISPORT 1 ha mandato in onda un servizio di 23 minuti già domenica 20 marzo, poco dopo la fine della gara elite le cui immagini sono state diffuse anche su 7 TV della piattaforma Sky a cura di Photospeed Video Service. Due sono state le radio collegate con Cittiglio: Radio Due Laghi e Radio Number One, la radio ufficiale della gara. Per assicurare l’informazione sono state realizzate e stampate 200 guide per l’atleta, 150 guide tecniche, 1.000 depliant, 10.000 volantini, 7.500 pieghevoli e sono stati diffusi quaranta comunicati stampa. L’esperimento dello streaming live ha avuto 6.615 accessi durante la diretta e altri 501 sono stati gli accessi nei giorni successivi. La piattaforma Youtube registra ad oggi vari video inerenti la giornata con quasi 20.000 visualizzazioni complessive. Su facebook i post hanno raggiunto 2339 contatti, l’account Twitter @TrofeoBinda ha diffuso 132 messaggi nella giornata di domenica 20 marzo con 245.286 visualizzazioni organiche (fonte twitter analitycs) contro le 127.043 del 29/3/2015 (edizione precedente). I followers su twitter sono passati dai 1.001 del luglio 2015 (Trofeo Almar Coppa dei Laghi U23) ai 1421 odierni. Le visualizzazioni mensili twitter 386.000 contro le 198.000 del 2015. Novità di quest’anno anche l’account Instagram per la diffusione di fotografie in diretta che hanno accompagnato la giornata interagendo anche con twitter. Sono state postate 85 fotografie con un seguito fisso di un centinaio di iscritti, contatti con 215 utenti unici e 614 likes. La dirette web della competizione è stata assicurata da www.tuttobiciweb.it oltre ai social collegati al sito http://cyclingsportpromotion.com.

L’appuntamento con la Valcuvia si è rivelato un eccellente veicolo di promozione del territorio: le presenze in hotel nel’arco della settimana sono state circa 1200; dodici sono state le strutture ricettive selezionate dall’organizzazione. All’arrivo a Cittiglio sono state contati circa ottomila spettatori. Per intrattenere il pubblico si sono esibiti cinque Gruppi Folcloristici.

Numeri importanti ai quali va aggiunto forse i dato più bello in assoluto: “Sì. Il dato più bello è stato quello dei bambini che sono stati coinvolti nel progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza” che ci vede impegnati nei mesi precedenti le due gare – ha sottolineato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – sono stati 1500 i bambini, tutti entusiasti del ciclismo e della bicicletta. Rispetto alle due gare dico che siamo riusciti a proporre ancora un evento molto apprezzato dagli addetti ai lavori e dal pubblico, accorso molto numeroso sul traguardo di Cittiglio e lungo il percorso delle due gare. Anticipando la gara di una settimana rispetto la tradizione abbiamo accresciuto la stagione dell’ospitalità in tutto il territorio ed ha costituto una bella vetrina per le nostre eccellenze, in tutti i settori. Mi è fatto obbligo ringraziare tutte le associazioni, gli Enti e le Amministrazioni che ci hanno sostenuto, oltre a tutte le forze dell’ordine e ai volontari. Senza il prezioso aiuto di tutti sarebbe impossibile organizzare competizioni sportive di questo livello. Grazie anche a tutti e arrivederci a luglio con la Coppa delle Nazioni Under 23”. (Foto F. Ossola)

Chi volesse rivivere e emozioni dell’evento dello scorso 20 marzo, ecco le belle immagini di Angelo Gaudenzi:
– TROFEO BINDA: http://youtu.be/6r1v3G9gpzs
– TROFEO DA MORENO: http://youtu.be/dYvkHvxXgvI
– PRESENTAZIONE SQUADRE: http://youtu.be/D9ZcOoru0Xo

Gallery: http://cyclingsportpromotion.com/gallery/trofeo-alfredo-binda-womens-world-tour-foto-f-ossola/

L’iridata Elizabeth Armitstead trionfa al “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour”

L’iridata Elizabeth Armitstead trionfa al “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour”

L’iridata Elizabeth Armitstead ha vinto oggi a Cittiglio il diciottesimo trofeo Alfredo Binda, terza gara del calendario 2016 del women’s world tour, scattando nell’ultimo chilometro quando era in compagnia di altri sette corridori che si erano involati insieme alla campionessa del mondo lungo il penultimo passaggio per Orino, a venti chilometri dalla conclusione. Per la Armitstead si tratta del secondo successo consecutivo nella classica di Primavera organizzata dalla Cycling Sport Promotion presieduta da Mario Minervino. La Armistead ha conquistato il successo a braccia alzate precedendo nettamente la compagna di squadra Megan Guarnier, che ha regolato le migliori inseguitrici. Al terzo posto si è piazzata Jolanda Neff; quindi Emma Johansson, Alena Amaliusik, Katarzyna Niewiadoma e Annemiek Van Vleuten. La prima italiana all’arrivo è stata Giorgia Bronzini, decima, a poco più di un minuto di ritardo dalla vincitrice. Alla partenza si sono allineate 164 atlete: rispetto alla vigilia non è partita Evelyn Stevens (Boels Dolmans Cyclingteam).

La cronaca: subito dopo il via è stata Marta Bastianelli (Ale Cipollini) a scattare, imitata poco dopo da Emilia Fahlin (Ale Cipollini). Il primo attacco consistente lo hanno portato però Carmen Small (Cervelo) e Ann Sophie Duyck (Totsport Vlaanderen) che, attorno al km 50 di gara, hanno guadagnato oltre un minuto di vantaggio sul gruppo. Lungo la salita di Casale, Carmen Small ha staccato Ann Sophie Duyck mentre il gruppo inseguiva a circa 50 secondi. Il gruppo è tornato compatto a 50 chilometri dalla conclusione. Sul GPM di Orino, dopo 80 km di gara, la prima a transitare è stata l’elvetica Jolanda Neff (Servetto). Sul penultimo passaggio sulla salita di Orino, poco dopo il km 90 di gara, sono evase in 8 dal gruppo: Elizabeth Armistead (Boels Dolmans), Megan Guarnier (Boels Dolmans), Emma Johansson (Wiggle), Anna Van Der Breggen (Raboliv), Katarzyna Niewiadoma (Raboliv), Alena Amialiusik (Canyon), Annemiek Van Vleuten (Orica), Jolanda Neff (Servetto Footon), Quindi la fase fiale, con lo scatto della Armistead quando all’arrivo mancava circa un chilometro.

- Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans Cycling Team), campionessa del mondo in carica, ha vinto tre prove della Coppa del Mondo 2015 e la Classifica Generale Finale. Vincitrice della passata edizione del “Trofeo Alfredo Binda”. In questo 2016 ha già vinto la “Strade Bianche – World Tour” e la Omloop Het Nieuwsblad e il trofeo Alfredo Binda. Le dichiarazioni della vincitrice: “Ho lavorato un po’ di più di quello che mi diceva il ds ma non volevo perdere il contatto con la Neff. Tenevo d’occhio anche Giorgia Bronzini che oggi era molto forte. Io dovevo lavorare per Megan Guarnier ma poi ho provato un attacco ed è andata bene. Vincere in Italia con la maglia iridata ha un sapore molto particolare perche la maglia iridata è più apprezzata che in altre nazioni. L’obiettivo più importante quest’anno è vincere le Olimpiadi e realizzare un sogno. Rispetto alla pista la strada è la mia passione vera. Il ciclismo mi dà la sicurezza perché riesco a vincere quando sono determinata a vincere.”

Brian Cookson, presidente UCI, interrogato sulla possibilità di un altro campionato del mondo organizzato in provincia di Varese: “Certo, si può sognare un altro campionato del mondo con organizzatori così bravi come Mario Minervino ed un territorio così bello.” Sullo stesso argomento, però, Mario Minervino ha chiarito: “dopo il mio impegno Firenze penso che non è più il caso per me. Io lavoro già abbastanza per allestire il trofeo Binda, il trofeo Da Moreno e il trofeo Almar di fine luglio”. (Foto di Flaviano Ossola)

Ordine d’arrivo:
1) Elizabeth Armistead (Boel Dolmans) km 123 in 3h11’10” media km/h 43,699
2) Megan Guarnier (Boels Dolmans) a 1”
3) Jolanda Neff (Servetto Footon) a 4”
4) Emma Johansson (Wiggle)
5) Alena Amaliusik (Canyon)
6) Anna Van Der Breggen (Raboliv)
7) Katarzyna Niewiodoma (raboliv)
8) Annemiek Van Vleuten (Orica)
9) Lauren Kitchen (Hitec)
10) Giorgia Bronzini (Wiggle) a 1’08”

La francese Clara Copponi vince il “Trofeo Da Moreno – Nations’ Cup Junior”

La francese Clara Copponi vince il “Trofeo Da Moreno – Nations’ Cup Junior”

La francese Clara Copponi ha vinto oggi a Cittiglio il “trofeo da Moreno, piccolo trofeo Alfredo Binda”, primo appuntamento della neonata Coppa delle Nazioni donne junior. La Copponi ha preceduto allo sprint un drappello di atlete che si sono sganciate dal gruppo lungo la salita di Orino, a dieci chilometri dall’arrivo. Il primo tentativo di fuga si è sviluppato sullo slancio del terzo traguardo volante, dopo 35 chilometri dal via; protagonista dello scatto Francesca Recchia (MX Dorica Amazzoni Cycling) che ha guadagnato fino a 5 secondi di vantaggio sul gruppo. Al chilometro 50 di gara è stata Lisa Morzenti (Eurotarget Still Bike) a tentare la fuga: il suo attacco è durato alcuni chilometri con un vantaggio massimo di 20 secondi. Sul GPM di Casale, a 14 chilometri dalla conclusione, si sono avvantaggiate in nove: Juliette Labous (Francia), Pauline Clouard (Francia), Maelle Grossetete (Francia), Evita Muzic (Francia), Susanne Andersen (Vaiano), Nicole D’Agostin (Wileer Breganze), Lisa Morzenti (Eurotarget), Elisa Balsamo (Valcar), Alessia Fruner (Vecchia Fontana). Sulla spinta delle atlete della nazionale francese la corsa si infiamma e il tentativo di fuga prende consistenza. Le migliori si staccano dal gruppo a meno di 10 chilometri dall’arrivo. All’ultimo chilometro è stata nuovamente Lisa Morzenti (Eurotarget) a scattare ma il suo tentativo si è spento a circa 30 metri dall’arrivo. Allo sprint si è imposta la francese Clara Copponi (Francia) che ha preceduto Susanne Anderse (Vaiano Fondriest) e Letizia Paternoster (Vecchia Fontana). La gara, iniziata alle ore 9.15, si è sviluppata su un percorso di km 66 da Gavirate (VA) a Cittiglio. Dopo il via, una volta raggiunta Cittiglio, le atlete hanno ripetuto cinque volte il circuito per Brenta, Casalzuigno, Cittiglio, quindi 17 chilometri finali per Brenta, Casalzuigno, Cuveglio, Cuvio, Orino, Azzio, Gemonio e Cittiglio. (Foto di Flaviano Ossola)

- Sprint intermedio km 21: Goossenaerts Chloe (MX Forza Fortuna Cycling Team)
– Sprint intermedio km 28: Marien Lynn (MX Forza Fortuna Cycling Team)
– Sprint intermedio km 35: Francesca Recchia (MX Dorica Amazzoni Cycling)
– Sprint intermedio km 42: Lena Mettraux (Switzerland)
– Sprint intermedio km 48: Gruber Stadler Ham Lena (Austria)

Ordine d’arrivo:
1) Clara Copponi (Francia) Km 66 in 1h47’42”
2) Susanne Andersen (Vaiano Fondriest)
3) Letizia Partenoster (Vecchia Fontana)
4) Elena Pirrone (Mendel Speck)
5) Laura Tomasi (Wieler Breganze)
6) Elisa Balsamo (Valcar)
7) Lisa Morzenti (Eurotarget)
8) Anastasia Cabonari (Vaiano Fondriest)
9) Justina Jovaisyte (Lituania)
10) Kristina Stolbova (Zhiraf)

Elenchi partenti ufficiali “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour” e “Trofeo Da Moreno”

Elenchi partenti ufficiali “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour” e “Trofeo Da Moreno”

Domani, domenica 20 marzo, sarà Primavera e il ciclismo femminile festeggerà l’arrivo della stagione più amata dai ciclisti con un doppio appuntamento; la diciottesima edizione del trofeo Alfredo Binda, gara inserita nel neonato calendario Women World Tour e la quarta edizione del trofeo Da Moreno – Piccolo trofeo Alfredo Binda, gara che inaugura la Coppa della Nazioni UCI per donne junior. Il trofeo Da Moreno penderà avvio da Gavirate (VA) alle ore 9.15 e si concluderà a Cittiglio dopo 66 chilometri di gara. Dopo il via, una volta raggiunta Cittiglio, le atlete ripeteranno cinque volte il circuito per Brenta, Casalzuigno, Cittiglio, quindi 17 chilometri finali per Brenta, Casalzuigno, Cuveglio, Cuvio, Orino, Azzio, Gemonio e Cittiglio.

Il trofeo Alfredo Binda si svolgerà su un percorso di km 123 con partenza alle ore 13.30 da Gavirate (VA). Dopo un giro di 5 chilometri per Bardello si tornerà a Gavirate quindi Cocquio Trevisago, Gemonio e Cittiglio dove inizierà un lungo giro di km 38 per Brenta Casalzuigno, Cuveglio, Rancio Valcuvia, Cassano Valcuvia, Mesenzana, Grantola, Cunardo, Bedero Valcuvia, Brinzio, Castello Cabaglio, Orino, Azzio, Gemonio, Cittiglio.Quindi quattro giri pe Brenta, Casalzuigno, Cuveglio, Cuvio, Orino, Gemonio e arrivo finale a Cittiglio. Punti critici; la salita della Grantola nei primi trenta chilometri, la salita di Casale di Casalzuigno, che torna a far parte del percorso del trofeo Alfredo Binda, quindi la salita di Orino, inserita nei quattro giri finali, a dieci chilometri dal traguardo. Come sempre i bambini hanno animato la vigilia pedalando nell’ambito del progetto: “Pedala, pedala in sicurezza”. (Foto F.Ossola)

ELENCO PARTENTI “TROFEO ALFREDO BINDA WOMEN’S WORLD TOUR”: http://cyclingsportpromotion.com/wp-content/uploads/2016/03/START-LIST-ELITE.pdf

ELENCO PARTENTI “TROFEO DA MORENO”: http://cyclingsportpromotion.com/wp-content/uploads/2016/03/START-LIST-JUNIOR.pdf

DOMENICA 20 MARZO 2016
7:00-18:00 Apertura Permanence – Segreteria di gara
9:00-19:00 Apertura Sala Stampa ai giornalisti accreditati
12:15-13:15 Presentazione squadre e firma foglio di partenza
13:30 Partenza
16:45 (circa) Arrivo, cerimonia protocollare
17:30 Conferenza stampa della vincitrice e delle leaders delle classifiche di Women’s World Tour presso Sala Stampa

La comunicazione:
Diretta streaming: http://cyclingsportpromotion.com/live/
Diretta web testuale su www.tuttobiciweb
TWITTER – Hashtag #TRBINDA #UCIWWT
YOUTUBE – Channel: Cycling Sport Promotion – https://www.youtube.com/user/trofeobinda
INSTAGRAM – Account: Cycling Sport Promotion – https://www.instagram.com/cyclingsportpromotion/
FACEBOOK – https://www.facebook.com/Cycling-Sport-Promotion-168522953165323/
TV: RAISPORT 1 ore 17.00

Il “Trofeo Binda” in diretta streaming e su Twitter, Youtube, Facebook, diretta web

Il “Trofeo Binda” in diretta streaming e su Twitter, Youtube, Facebook, diretta web

Domenica a Cittiglio (VA) si svolgeranno la diciottesima edizione del trofeo Alfredo Binda, gara inserita nel neonato calendario Women World Tour e la quarta edizione del trofeo Da Moreno – Piccolo trofeo Alfredo Binda, gara che inaugura la Coppa della Nazioni UCI per donne junior. Mai come quest’anno le immagini e le notizie delle due gare saranno a disposizione di tutti in tempo reale. Chi vorrà, potrà seguire la gara in diretta streaming ( http://cyclingsportpromotion.com/live/ ) a partire dalle ore 13.30. Con il supporto tecnico di Angelo Gaudenzi, la cronaca sarà curata da Lorenzo Franzetti che, tra un passaggio e l’altro per il traguardo di Cittiglio, intervisterà tantissimi ospiti annunciati all’arrivo: “Il trofeo Binda apre al web le immagini della corsa – ha annunciato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – saremo così in grado di dare aggiornamenti a tutti quelli che vorranno avere notizia in presa diretta. Crediamo che questa sia la strada verso il futuro della comunicazione nel ciclismo e questo per noi sarà un primo approccio con questa magnifica opportunità”. Il trofeo Binda andrà in diretta web testuale anche sul sito www.tuttobiciweb, a cura di Paolo Broggi e sui social più conosciuti e amati dagli appassionati, curati da Fabrizio Sansottera:

- TWITTER – Hashtag #TRBINDA #UCIWWT

- YOUTUBE – Channel: Cycling Sport Promotion – https://www.youtube.com/user/trofeobinda

- INSTAGRAM – Account: Cycling Sport Promotion – https://www.instagram.com/cyclingsportpromotion/

- FACEBOOKhttps://www.facebook.com/Cycling-Sport-Promotion-168522953165323/

In TV le immagini salienti del trofeo Binda saranno trasmesse da RAISPORT 1, domenica 20 marzo alle ore 17.00, con commento di Piergiorgio Severini e Monia Baccaille. (Foto F.Ossola)

VIDEO

- Storia “Trofeo Binda – Coppa del Mondo” di Angelo Gaudenzi: https://www.youtube.com/watch?v=2S8vuBoHTs4

- Video Promo Gavirate (sede di partenza gare) di Flaviano Ossola: https://www.youtube.com/watch?v=L3jp4qcrd_Q

Con il “Trofeo Da Moreno” nasce a Cittiglio la “Coppa delle Nazioni UCI Donne Junior”

Con il “Trofeo Da Moreno” nasce a Cittiglio la “Coppa delle Nazioni UCI Donne Junior”

Da Cittiglio anche le donne junior avranno la loro Coppa delle Nazioni; “Siamo felicissimi di questa notizia che arriva dall’Unione Ciclistica Internazionale – ha dichiarato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion che organizza il doppio appuntamento di domenica prossima; trofeo Alfredo Binda per donne elite e trofeo Da Moreno per donne junior – . Proprio con il “trofeo Da Moreno – piccolo trofeo Binda” nasce la Coppa della Nazioni donne junior, che completa così il panorama del ciclismo mondiale e colma le differenze fra calendario maschile e calendario femminile. Avremo dunque la soddisfazione di essere i primi organizzatori ad allestire il palcoscenico che consentirà al presidente Brian Cookson di consegnare i cappellini che caratterizzano i leader della classifica della “Coppa delle Nazioni donne junior”.

Al trofeo Da Moreno – piccolo trofeo Binda sono iscritte 131 atlete in rappresentanza di 21 teams. La gara si svolgerà domenica 20 marzo con partenza alle ore 9.15 da Gavirate ed arrivo alle ore 11.00 circa a Cittiglio dopo 66 chilometri. Poi la premiazione della vincitrice e la cerimonia della leader di Coppa delle Nazioni donne junior: “la nascita della Coppa delle Nazioni donne junior a Cittiglio lo consideriamo un premio al nostro lavoro per le giovani cicliste. Auguri a tutte”. (Foto F.Ossola)

ELENCO ISCRITTE PROVVISORIO: http://cyclingsportpromotion.com/wp-content/uploads/2016/03/ELENCO-ISCRITTE-PROVVISORIO-JUNIOR.pdf

Sono 168 le atlete iscritte al “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour”. 28 squadre al via

Sono 168 le atlete iscritte al “Trofeo Alfredo Binda Women’s World Tour”. 28 squadre al via

Domenica a Cittiglio si svolgerà la diciottesima edizione del trofeo Alfredo Binda, gara inserita nel neonato calendario Women World Tour. Alla gara sono iscritte ad oggi 168 cicliste, in rappresentanza di 28 squadre, tra cui le nazionali di Francia e Svizzera. In totale sono rappresentate 31 nazioni (Australia, Belgio, Bielorussia, Brasile, Canada, Colombia, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Guam, Italia, Kazakistan, Lituania, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria, USA). Ecco le migliori al via: (Foto F. Ossola)

- Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans Cycling Team): campionessa del mondo in carica, vincitrice di tre prove della Coppa del Mondo 2015 e della Classifica Generale Finale. Vincitrice della passata edizione del “Trofeo Alfredo Binda”. In questo 2016 ha già vinto la “Strade Bianche – World Tour” e la Omloop Het Nieuwsblad.

- Evelyn Stevens (Boels Dolmans Cycling Team): vice campionessa del mondo nella cronometro a squadre, già vincitrice di tappe al Giro d’Italia. Nona classificata nella passata edizione del “Giro Rosa”. Ha da poco stabilito il nuovo Record dell’Ora.

- Eleonora Van Dijk (Boels Dolmans Cycling Team): campionessa del mondo a cronometro nel 2013, campionessa europea in carica a cronometro e vice campionessa del mondo in carica nella cronometro a squadre. Vincitrice della terza frazione del “Tour of Qatar 2016” e terza nella classifica generale.

- Megan Guarnier (Boels Dolmans Cycling Team): vincitrice della “Strade Bianche 2015”, vincitrice di una tappa al “Giro Rosa 2015” e terza nella classifica generale (6 giorni in maglia rosa). Terza classificata al Campionato del Mondo a cronometro nel 2015, campionessa nazionale in carica e vincitrice del “Giro di Norvegia 2015”. In questo 2016 ha colto un sesto posto alla “Strade Bianche”.

- Mara Abbott (Wiggle – High5): 2 volte vincitrice del “Giro d’Italia”. Nel 2015 ha vinto l’ultima tappa del “Giro d’Italia” ed è finita seconda nella classifica generale finale. Prima classificata anche al “Tour of the Gila” e al “Redlands Bicycle Classic”.

- Giorgia Bronzini (Wiggle – High5): 2 volte campionessa del mondo su strada ed iridata su pista. Nel 2015 ha vinto il “Tour of Chongming Island” valevole come prova di Coppa del Mondo, due tappe alla “Route de France” e la competizione 1.2 “Molecaten Drentse 8 Van Westerveld”.

- Mayuko Hagiwara (Wiggle – High5): campionessa nazionale giapponese in carica, in questo 2016 ha già vinto i campionati asiatici contro il tempo. Nella passata stagione si è aggiudicata la tappa di Morbegno al “Giro d’Italia” ed una frazione al “Tour de Bretagne”.

- Emma Johansson (Wiggle – High5): campionessa nazionale svedese in carica su strada e contro il tempo. Ha vinto il “Trofeo Alfredo Binda” nel 2014. Quinta classificata agli ultimi Campionati del Mondo. In questo 2016 è già salita sul podio alla “Strade Bianche” e a “Le Samyn des Dames”.

- Pauline Ferrand Prevot (Rabo – Liv Women Cycling Team): campionessa nazionale francese in carica. Nel 2015 ha vinto la tappa di Aprica al “Giro d’Italia” ed è giunta seconda al “Trofeo Alfredo Binda”. E’ già stata campionessa del mondo su strada, nella MTB e nel Ciclocross (unica donna al mondo a riuscirci).

- Anna Van Der Breggen (Rabo – Liv Women Cycling Team): prima atleta nel ranking internazionale 2015. Nella passata stagione è giunta terza al “Trofeo Alfredo Binda”, ha vinto la “Freccia Vallone” (CDM), il campionato nazionale contro il tempo, una tappa e la classifica generale del “Giro d’Italia” e due medaglie d’argento al Campionato del Mondo. Attuale leader del “Women’s World Tour” dopo il quinto posto alla “Strade Bianche” ed il quarto alla “Ronde van Drenthe’’.

- Katarzyna Niewiadoma (Rabo – Liv Women Cycling Team): nel 2015 ha vinto la classifica generale finale dell’Emakumeen Euskal Bira ed il Campionato Europeo Under 23. Quinta classificata al “Giro d’Italia” e terza nella cronometro a squadre dei Campionati del Mondo. In questo 2016 è giunta seconda alla “Strade Bianche”. Leader della classifica giovani del World Tour.

- Lisa Brennauer (Canyon SRAM Racing): nel 2015 ha vinto l’Energiewacht Tour, due tappe e la classifica generale finale del “Boels Holland Ladies Tour, e la medaglia d’oro ai Campionati del Mondo nella cronometro a squadre. Ai mondiali di Richmond si è aggiudicata anche un bronzo a cronometro.

- Trixi Worrack (Canyon SRAM Racing): pochi giorni fa ha vinto la classifica generale finale del “Ladies Tour of Qatar 2016”, cogliendo un secondo posto nella seconda tappa ed un quinto posto nella terza frazione. Sabato scorso è giunta terza alla “Ronde van Drenthe”.

- Alena Amialiusik (Canyon SRAM Racing): campionessa bielorussa in carica su strada e contro il tempo. Nel 2015 ha vinto i Giochi Europei di Baku, la classifica generale della “Gracia-Orlova” e la medaglia d’oro nella cronometro a squadre dei Campionati del Mondo.

- Elena Cecchini (Canyon SRAM Racing): due volte campionessa italiana su strada, nel 2015 ha vinto il titolo tricolore a Superga e la seconda tappa del “Festival Luxembourgeois du Cyclisme”. In questo 2016 ha già vinto il campionato nazionale Derny su Pista.

- Ashleigh Moolman-Pasio (Cervelo Bigla Pro Cycling Team): nel 2015 ha vinto il campionato nazionale sudafricano su strada e contro il tempo, i campionati africani su strada e contro il tempo. Quarta classificata al “Giro d’Italia”, con quattro terzi posti in quattro tappe, seconda classificata all’Emakumeen Euskal Bira, seconda al “Giro dell’Emilia”.

- Annemiek Van Vleuten (Orica – AIS): nel 2015 ha vinto i prologhi d’apertura del “Giro d’Italia” del “Giro della Toscana” e dell’Emakumeen Euskal Bira. Terza nella cronometro dei Giochi Europei di Baku, seconda alla “Freccia Vallone” (CDM) e quarta al “Giro delle Fiandre”. In questo 2016 ha colto un sesto posto alla “Omloop van het Hageland, un settimo alla “Strade Bianche” ed un nono alla “Ronde van Drenthe”.

- Amanda Spratt (Orica – AIS): nel 2016 ha già vinto il campionato nazionale australiano e l’importante competizione 1.2 “Cadel Evans Great Ocean Road Race”.

- Katrin Garfoot (Orica – AIS): nel 2016 ha vinto il campionato nazionale australiano a cronometro, la prima tappa e la classifica generale finale del “Santos Women’s Tour” e la seconda tappa del “Ladies Tour of Qatar”. Quarta classificata nella classifica del “Tour of Qatar”.

- Tatiana Guderzo (Hitec Products): già campionessa del mondo nel 2009. Nella passata stagione ha vinto l’argento ai Campionati Italiani a cronometro, si è aggiudicata la prima tappa del “Tour of Chongming Island” (2.2).

- Shelley Olds (Cylance Pro Cycling): in questo 2016 ha già colto un secondo e due quarti posti al “Santos Women’s Tour”, una seconda piazza nella classifica finale del “Santos Women’s Tour” e due quinti posti al “Ladies Tour of Qatar”. Sesta alla ‘’Ronde van Drenthe 2016’’ e quinta alla “Omloop Het Niuswblad 2016’’.

- Rossella Ratto (Cylance Pro Cycling): già medaglia di bronzo al Campionato del Mondo 2013. Nella passata stagione è finita quarta al Campionato Italiano cronometro, terza nella classifica finale del “Tour de l’Ardeche”, quinta ai Giochi Europei di Baku e quarta nella terza tappa dell’Emakumeen Euskal Bira.

- Linda Melanie Villumsen (Unitedhealthcare): campionessa del mondo in carica contro il tempo

- Ilaria Sanguineti (BePink): vice campionessa europea in carica tra le Under 23, nel 2015 ha vinto la prima tappa e la classifica generale finale del “Tour de Bretagne”.

- Silvia Valsecchi (BePink): campionessa italiana in carica contro il tempo. Nel 2015 è giunta seconda nella cronometro del “Tour de Bretagne.

- Sofia Bertizzolo (Astana Women’s Team): campionessa italiana ed europea e vice campionessa del mondo Junior nel 2014, nel 2015 ha vinto il “Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Alfredo Binda”. Vice campionessa tricolore 2015.

- Arianna Fidanza (Astana Women’s Team): in questo primo scorcio di 2016 è giunta ottava ed undicesima rispettivamente nella quarta e nella prima tappa del “Ladies Tour of Qatar”.

- Marta Bastianelli (Alè – Cipollini – Galassia): già campionessa del mondo nel 2007. Nella passata stagione ha vinto la prima tappa del “Giro della Toscana” ed è finita seconda nella quarta tappa del “Giro d’Italia”. Quinta ai Campionati Italiani a cronometro e seconda nella terza tappa del “Boels Holland Ladies Tour”. In questo 2016 ha già vinto l’Omloop van het Hageland.

- Malgorzata Jasinska (Alè – Cipollini – Galassia): campionessa nazionale polacca in carica. Nel 2015 ha vinto l’ultima tappa e la classifica generale finale del “Giro della Toscana”. In questo 2016 ha già vinto il “Gran Prix San Luis Femenino”, ha colto tre terzi posti al “Tour Femenino de San Luis” ed una seconda piazza nella classifica generale finale.

- Dalia Muccioli (Alè – Cipollini – Galassia): campionessa italiana nel 2013. Nel 2015 ha colto un terzo posto ai Campionati Italiani di Superga.

- Claudia Lichtenberg (Lotto Soudal Ladies): vincitrice del “Giro d’Italia” nel 2009. Ottava classificata alla “Strade Bianche 2016”

- Jolanda Neff (Servetto – Footon): campionessa del mondo nella MTB, campionessa nazionale elvetica in carica, nel 2015 è finita quarta al “Giro dell’Emilia”, sesta al “Trofeo Alfredo Binda” e nona ai Campionati del Mondo di Richmond.

- Nicole Brandli (Servetto – Footon): già vincitrice di tre edizioni del “Giro d’Italia” e tre volte a podio ai Campionati del Mondo. Ha già vinto il “Trofeo Alfredo Binda” nel 2001. Riorna quest’anno alle gare dopo uno stop di 6 anni.

- Eva Lechner (Servetto – Footon): pluricampionessa del mondo e continentale nella MTB. Già tricolore su strada, oltre che nel ciclocross nella MTB.

- Anna Potokina (Servetto – Footon): campionessa nazionale di Russia in carica.

- Tetiana Riabchenko (Inpa – Bianchi): campionessa ukraina in carica.

ELENCO ISCRITTE (PROVVISORIO): http://cyclingsportpromotion.com/wp-content/uploads/2016/03/Trofeo_Binda-2016-PROVISIONAL-ENTRY-LIST-150316.pdf

Oltre 140 atlete iscritte al “Trofeo Da Moreno”. Ecco le favorite per il successo!

Oltre 140 atlete iscritte al “Trofeo Da Moreno”. Ecco le favorite per il successo!

Sono più di 140 le atlete iscritte alla quarta edizione del “Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Alfredo Binda”, in programma domenica 20 marzo a Cittiglio, in rappresentanza di 21 formazioni, tra cui 5 nazionali straniere (Francia, Svizzera, Lituania, Austria e Slovenia), una squadra mista estera e 15 teams italiani. 11 sono i Paesi rappresentati (Italia, Francia, Svizzera, Lituania, Austria, Slovenia, Belgio, Olanda, Norvegia, Gran Bretagna e Russia).

Tra le favorite: le transalpine Juliette Labous, seconda classificata nell’edizione 2015 del “Trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Binda”, campionessa nazionale contro il tempo, quinta classificata nelle cronometro individuali del Campionato del Mondo e del Campionato Europeo e quarta al Campionato Europeo su strada di Tartu, Maelle Grossetete, quarta classificata al “Trofeo Da Moreno 2015”, vice campionessa transalpina contro il tempo e protagonista ai Campionati del Mondo ed Europei, Pauline Clouard, sesta classificata lo scorso anno sulle strade di Cittiglio e settima alla “Chrono des Nations” e Lucie Jounier, ai piedi del podio alla “Chrono des Nations“, l’elvetica Lena Mettraux, che ha difeso i colori della sua nazionale al Mondiale di Richmond, la belga Nathalie Bex, quindicesima ai Campionati Europei contro il tempo e protagonista nella prova iridata di Richmond, l’olandese Kylie Waterreus, ventesima nella prova continentale di Tartu, la lituana Erika Kuodyte, terza classificata al campionato nazionale 2015, la possente danese Susanne Andersen, quinta classificata al Campionato del Mondo di Richmond e sesta nella cronometro individuale dei Campionati Europei di Tartu, la britannica Henrietta Colborne, seconda classificata alla “Chrono des Nations 2015”, la slovena Hajdi Zajc, vice campionessa nazionale in carica e la russa Kristina Stolbova (Team Zhiraf ASD), figlia dell’ex professionista Svetlana Bubnenkova, vincitrice del “Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio” nel 2002, dominatrice del “Giro d’Italia 2002” e due volte iridata.

Tra le migliori azzurri al via troviamo: Lisa Morzenti (Team Eurotarget – Still Bike), campionessa italiana in carica contro il tempo, quinta classificata nella “Chrono des Nations 2015“, settima classificata nella crono dei Campionati Europei di Tartu e cinque volte vittoriosa nella passata stagione agonistica, Martina Fidanza (Team Eurotarget – Still Bike) figlia dell’ex professionista Giovanni e sorella minore della professionista dell’Astana Women’s Team Arianna, nel 2015 vincitrice due volte su strada e tricolore in pista, Elisa Balsamo (Team Valcar – PBM), campionessa del mondo in carica nello Scratch, campionessa europea nell’Inseguimento a Squadre, terza classificata al Campionato Italiano 2015 di Superga e sesta classificata al Campionato del Mondo di Richmond, Chiara Consonni (Team Valcar – PBM), che nel suo ultimo anno da allieva ha colto 8 successi su strada e 14 podi totali, Marta Cavalli (Team Valcar – PBM), campionessa europea nell’inseguimento a squadre e terza classificata ai Campionati Italiani contro il tempo, Allegra Maria Arzuffi (Team Valcar – PBM), pluricampionessa italiana nel Ciclocross, Letizia Paternoster (S.C. Vecchia Fontana), dominatrice dell’European Youth Olympic Festival 2015 corso a Tbilisi, pluricampionessa italiana su pista e nella passata stagione vincitrice di ben 12 competizioni su strada con 20 podi totali, Laura Tomasi (Team Wilier – Breganze), già campionessa italiana su strada, Elena Pirrone (G.S. Mendelspeck), medaglia d’oro nella cronometro individuale all’European Youth Olympic Festival 2015, campionessa italiana contro il tempo e su pista e vincitrice di 8 gare del 2015, con 5 secondi e 3 terzi posti, Alessia Vigilia (G.S. Mendelspeck), tricolore su pista, 14 volte a podio nel 2015 con 7 vittorie tra cui il Campionato Italiano Allieve di Darfo Boario Terme e Sofia Nilda Frometa Leonard (G.S. Mendelspeck), 12 volte a podio nel 2015, con due successi e tricolore su pista. Ultima curiosità: tra le partenti c’è anche la varesina di Cittiglio Sara Margheritis (Team Valcar – PBM), che abita sul rettilineo d’arrivo della competizione organizzata dalla Cycling Sport Promotion di patron Mario Minervino. La Margheritis nel 2015 ha colto un successo tra le allieve, 2 secondi, un quarto e 2 quinti posti.

Nel 2013 fu la lituana Milda Jankauskaite a primeggiare sotto il traguardo di Cittiglio (VA), imitata un anno più tardi dalla danese Amalie Dideriksen, vestita con la maglia di campionessa del mondo, che rivinse 6 mesi più tardi sulle strade iberiche di Ponferrada. La scorsa stagione, invece, trionfo azzurro con la veneta Sofia Bertizzolo, campionessa europea in carica e futura vice-campionessa del mondo proprio alle spalle della Dideriksen. Ma non è tutto. C’è ancora una bella notizia da consegnare all’amore di tanti appassionati. Solo un paio di giorni di attesa, poi l’annuncio. (Foto F. Ossola)

VIDEO

- Storia “Trofeo Binda – Coppa del Mondo” di Angelo Gaudenzi: https://www.youtube.com/watch?v=2S8vuBoHTs4

- Video Promo Gavirate (sede di partenza gare) di Flaviano Ossola: https://www.youtube.com/watch?v=L3jp4qcrd_Q

Inizia la settimana del “Trofeo Binda”. La Valcuvia aspetta le cicliste di tutto il mondo

Inizia la settimana del “Trofeo Binda”. La Valcuvia aspetta le cicliste di tutto il mondo

Inizia la settimana del trofeo Binda; così Cittiglio, Gavirate e tutta la Valcuvia si tirano a lucido per il doppio appuntamento di domenica; il trofeo Alfredo Binda per donne elite e il trofeo Da Moreno per donne junior; due eventi che non temono confronti con tutte le altre gare nel mondo: “Stiamo lavorando per mettere a punto gli ultimi aspetti dell’organizzazione – ha spiegato Mario Minervino, condottiero della Cycling Sport Promotion che organizza le due gare – abbiamo già installato gran parte della comunicazione che caratterizza gli eventi: le rotonde, il cartellone allo stabilimento della Colacem, stiamo per montare le bandiere e i cartelli che un po’ ovunque annunciano le gare di domenica. Inizieremo presto a montare il palco e le strutture all’arrivo e alla partenza. Poi sarà la volta degli archi gonfiabili e così via. Dovremmo avere bel tempo quasi tutta la settimana e questo ci faciliterà il lavoro; dopo la neve dei giorni scorsi possiamo tirare un sospiro di sollievo. Aspettiamo solo le atlete e i loro staff e domenica gli appassionati ai quali abbiamo preparato un bel programma d’intrattenimento”. In effetti già venerdì sera chi arriverà a Cittiglio avrà modo di festeggiare; tanta musica, intrattenimento e buon cibo fino a domenica pomeriggio. Non mancate! (Foto F.Ossola)

“Valcuvia. Bici e Cultura”, stimolo per il territorio della Provincia di Varese

“Valcuvia. Bici e Cultura”, stimolo per il territorio della Provincia di Varese

Fare rete e valorizzare il territorio: il ciclismo è anche questo. Cycling Sport Promotion, in collaborazione con La Libereria, La Bottega del Romeo e Fiab Ciclocittà Lago Maggiore, ha organizzato un vero raduno cicloturistico, dal titolo “Valcuvia, bici e cultura”. Non un evento da folle oceaniche, ma uno stimolo per un territorio, la provincia di Varese, che vuole scommettere sul turismo in bicicletta. Un turismo fatto di ciclismo lento, al ritmo necessario per apprezzare luoghi meravigliosi, con soste per visitare monumenti o per degustare un prodotto tipico. Un turismo fatto di attenzione, di cultura, ma anche di dialoghi e amicizie che nascono in bicicletta.

“Valcuvia, bici e cultura” ha svelato la bellezza di luoghi silenziosi e incontaminati, tra Cuveglio, Rancio, Ferrera, per esempio. Un evento che ha portato un gruppo di cicloturisti, tutti provenienti da fuori zona, a scoprire, per esempio, il Centro Documentale sulla Linea Cadorna di Cassano Valcuvia, con l’accoglienza nientemeno che del sindaco Marco Magrini. Cultura è anche enogastronomia, altra risorsa che si “sposa” alla perfezione con il cicloturismo: l’azienda agricola Il Vallone di Cuveglio ha offerto una degustazione a base di formaggi di capra e salumi, l’eccellenza della sua produzione. Un segnale importante, quello dato al territorio, Cycling Sport Promotion si schiera al fianco di chi, istituzioni e operatori, investono concretamente, non solo in cultura ciclistica, ma anche con chi vuol far decollare un’economia legata al turismo in bicicletta. Ora, Mario Minervino e il suo staff si concentreranno sugli eventi clou, il Trofeo Alfredo Binda, prova di World Tour femminile, e il Trofeo Da Moreno per donne junior che si disputerano domenica prossima, 20 marzo. (Foto F. Ossola)