Comunicati stampa

Taino (VA) gemellata con l’Azerbaijan, sede dei primi “Giochi Olimpici Europei”

Taino (VA) gemellata con l’Azerbaijan, sede dei primi “Giochi Olimpici Europei”

Sono in pieno svolgimento a Baku, capitale dell’Azerbaijan, i campionati europei di ciclismo. In realtà si tratta di una sorta di Olimpiade Continentale visto che in questi giorni si svolgono competizioni in ben 30 diverse discipline sportive; uno spettacolo senza precedenti che ha ampio risalto anche in Italia. Pochi sanno che quest’anno il ciclismo in Italia ha un legame piuttosto particolare con l’Azerbaijan e con Baku. In occasione di EXPO 2015 ogni cittadina della provincia di Varese è stata gemellata ad un Paese espositore e a Taino, sede di partenza della Coppa delle Nazioni U23, è simbolicamente gemellata proprio con l’Azerbaijan. In questi giorni Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion che organizza la gara del prossimo 26 luglio, è proprio a Baku a seguire le gare di ciclismo: ne approfitterà per conoscere la federazione azera e gli atleti che saranno a Taino in occasione della competizione: “Sì, qui in Azerbaijan sto conoscendo molte federazioni tra quelle che hanno già inviato la loro iscrizione – ha spiegato Minervino da Baku – ad oggi la tappa italiana della Coppa delle Nazioni conta già 21 squadre nazionali”.

Intanto al Comitato Organizzatore della Coppa delle Nazioni U23 iniziano ad arrivare i primi, importanti, messaggi da rappresentanti delle Istituzioni. Primo fra tutti il presidente federale, dott. Renato Di Rocco: “L’amico Mario Minervino non si smentisce e continua a moltiplicare l’impegno a 360 gradi. Da vero manager-imprenditore del ciclismo non vive di rendita, ma sulla scia del successo scommette e reinveste sullo sviluppo, sull’innovazione e sulla crescita. Dopo aver portato in Italia con il Trofeo Binda la prima e unica prova di Coppa del Mondo su Strada Donne, quest’anno affiancata dal Trofeo da Moreno, internazionale donne juniores, chiude il cerchio dei grandi eventi del 2015 con il 1° Trofeo Almar, unica prova di Coppa delle Nazioni Under 23 ospitata quest’anno in Italia. Gran bel colpo questo, perché il Challenge UCI è fondamentale per la formazione e la valorizzazione dei giovani talenti che alimentano il bacino di ricambio del ciclismo su strada al livello assoluto. Inoltre, il ranking determina la composizione numerica delle nazionali che parteciperanno ai Campionati del Mondo. La Federazione ha messo in agenda tutti gli appuntamenti del calendario europeo in modo da offrire agli azzurri e ai tecnici le occasioni di confronto più qualificate dal punto di vista tecnico.

La nostra Nazionale si è già distinta nelle prime prove, cogliendo il secondo posto con Gianni Moscon nella Ronde van Vlaanderen Beloften, in Belgio, e la vittoria con Simone Consonni nella Cote Picarde, in Francia. Il Trofeo Almar del 26 luglio ci consente ora di “giocare in casa”, magnifica opportunità per difendere e, se possibile, migliorare la posizione di vertice attualmente occupata dall’Italia. La Cycling Sport Promotion svolge perciò un ruolo strategico nel quadro dei programmi federali con le sue organizzazioni e con le iniziative a tutto tondo, che coinvolgono anche le categorie esordienti e allievi a Rancio Valcuvia e i Giovanissimi delle scuole varesine, ponendo sempre al centro i temi della sicurezza stradale, della salute e dell’ecologia. Ringrazio ancora e consegno idealmente l’ennesima medaglia al merito a Minervino e alla Cycling Sport Promotion, formidabile esempio di dedizione, competenza e fiducia nel futuro”.

Pedalarcultura 2015: solstizio d’estate in bici, attraverso una mostra di cinque artisti

Pedalarcultura 2015: solstizio d’estate in bici, attraverso una mostra di cinque artisti

Torna Pedalarcultura, la rassegna di visite ed eventi culturali in bicicletta: il quarto appuntamento del 2015 sarà la “Pedalata del Solstizio”, in calendario domenica 21 giugno, con partenza e arrivo ad Angera, sul Lago Maggiore. L’organizzazione è coordinata dalla LibEreria nella Bottega del Romeo, ovvero il punto di riferimento per il cicloturismo sul Verbano. La Pedalata del Solstizio andrà a inaugurare un altro evento davvero speciale, ovvero una mostra diffusa dal titolo “Biciclette e poeti dell’immagine”, ovvero la rappresentazione della bicicletta e del ciclismo da differenti punti di vista, con quattro fotografi e un pittore. La cultura sposa lo sport, poiché la Pedalata del Solstizio seguirà il tracciato (in circuito) di un importante evento agonistico che si svolgerà a fine luglio, il 26, ovvero la Coppa dei Laghi, una gara internazionale per Under 23, organizzata da Cycling Sport Promotion. Lo stesso circuito, di circa 25 km, si presta a un altro approccio ciclistico, quello lento e culturale, alla scoperta di curiosità e bellezze di piccoli e grandi paesi attraversati dalla competizione: Angera, Ranco, Taino, Osmate, Mercallo, Oriano (Sesto Calende). E La Pedalata del Solstizio partirà alle ore 10 presso l’ufficio turistico e il Museo Archeologico di Angera, in via Marconi. La sosta per il pranzo sarà a Taino, nei pressi del monumento di Giò Pomodoro, che proprio nel giorno del solstizio disegna una vera e propria magia sulle sue pietre. Come tutti gli eventi proposti da Pedalarcultura, non manca l’aspetto enogastronomico: il pranzo (leggero), infatti, proporrà degustazioni e piatti tipici dei laghi. La Pedalata del Solstizio, poi, proseguirà anche nel pomeriggio, sempre a ritmi accessibili anche ai meno allenati. Per partecipare alla Pedalata del Solstizio è obbligatorio iscriversi: le adesioni devono pervenire entro il 19 giugno alla LibEreria c/o la Bottega del Romeo, in piazza San Martino a Ispra (Va), tel. 348/8516760, info@bottegadelromeo.com. La quota d’iscrizione è di 22 euro (itinerario guidato+pranzo tipico). E’ possibile, inoltre, noleggiare le bici sul posto, con prenotazione obbligatoria al 348/8516760.

La Pedalata del Solstizio inaugura una mostra davvero speciale!

- Una mostra d’arte, per immagini, che racconta la bicicletta da differenti punti di vista: la Pedalata del Solstizio andrà a inaugurare un’esposizione diffusa, “Biciclette e poeti dell’immagine”, che rimarrà allestita dal 21 giugno al 26 luglio in cinque località tra Lago Maggiore e Lago di Comabbio, sul percorso di quello che sarà un evento internazionale di grande prestigio, ovvero la Coppa dei Laghi Under 23.

- Ad Angera, presso la sala mostra di via Marconi (sotto il Museo Archeologico) esporrà il fotografo napoletano Salvatore Di Vilio, con la sue Iphongrafie dal titolo “Attraversamenti ciclabili negli ingranaggi della memoria”.

- A Taino, presso il centro Bielli di viale Europa, sarà allestita una mostra del fotografo romano (ma varesino d’adozione) Guido Rubino, dal titolo “Artigiani, bici e città”.

- A Ranco, dapprima presso la sala consiliare, poi in vari luoghi pubblici del paese sarà visitabile la mostra del fotografo salernitano Nicola Ianuale, dal titolo “Ciclismo e Giro d’Italia, passioni che non tramontano”

- A Mercallo, presso il centro sociale e ricreativo si potranno ammirare i reportage “d’epoca” di Diego Franzetti, mentre a Osmate, presso la sala polivalente del comune, saranno esposti i quadri del pittore milanese e cantautore Roberto Sironi.

In provincia di Varese si lavora all’organizzazione del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

In provincia di Varese si lavora all’organizzazione del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Si lavora con passione ed entusiasmo in provincia di Varese per l’organizzazione del trofeo Almar, Coppa delle Nazioni U23 in programma domenica 26 luglio sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. Passione ed entusiasmo ma anche tante ore di lavoro straordinario per allestire l’evento internazionale più importante dell’estate italiana dei corridori e dei team Under 23. Si producono le bandiere che coloreranno l’arrivo di Angera, si ascoltano e si provano gli inni nazionali, si ripete il cerimoniale di firma del foglio di partenza e di premiazione ma soprattutto si tira a lucido tutto il percorso che da Taino porterà al traguardo finale di Angera, nello splendido viale Pietro Martire, dopo 180 chilometri di autentica battaglia sportiva. Al via sono attesi, infatti, tutti i migliori corridori Under 23 al mondo per questa sfida che si sta confermando molto appassionante. Ad oggi, dopo gli appuntamenti di Belgio, Francia, Paesi Bassi e Repubblica Ceca, la classifica provvisoria della Coppa delle Nazioni vede al comando la Norvegia davanti alla Danimarca mentre l’Italia è saldamente posizionata al terzo posto davanti alla Francia e alla Gran Bretagna.

Dopo l’appuntamento italiano la Coppa delle Nazioni farà tappa al Tour de l’Avenir, in Francia per l’ultimo appuntamento che definirà la partecipazione ai campionati mondiali in programma quest’anno negli Stati Uniti. Insomma, non c’è sport più internazionale del ciclismo e quindi l’appuntamento del prossimo 26 luglio con Taino, Angera e la provincia di Varese si rivelerà una nuova occasione per promuovere un territorio da sempre molto legato alla bicicletta ma anche alla migliore accoglienza ed ospitalità.

Dopo la Coppa del Mondo donne di fine marzo in Valcuvia, questo nuovo appuntamento internazionale, stavolta con il ciclismo maschile under 23, propone di nuovo il ciclismo quale volano di sviluppo e promozione per tutte le più belle proposte del territorio: “Qui in provincia di Varese amiamo lo sport ed in particolare il ciclismo – ha sottolineato Mario Minervino, presidente del Comitato Organizzatore – ma siamo orgogliosi di proporlo in uno scenario che non ha eguali. I corridori pedaleranno tra il lago Maggiore e le Prealpi che offrono tantissime opportunità per tutti i tipi di turismo e le immagini trasmesse dalla RAI in tutto il mondo saranno utilissime a promuovere Taino, Angera e tutte le altre bellissime località che ospiteranno la gara. Sarà una gran bella festa con corridori e nazioni da tutti i continenti”.

Stamattina a Mombello (VA) bambini protagonisti di “Pedala… Pedala in Sicurezza!”

Stamattina a Mombello (VA) bambini protagonisti di “Pedala… Pedala in Sicurezza!”

Questa mattina a Mombello in provincia di Varese, si è svolto l’ultimo atto della formazione scolastica legata al progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza” che caratterizza la stagione primaverile della Cycling Sport Promotion. I bambini della scuola primaria hanno preso parte ad alcune prove in bicicletta nelle quali i bambini hanno messo in pratica le nozioni ricevute in aula. I bambini si sono cimentati, soprattutto, in alcune prove di abilità. Quale piccolo premio a tutti è stata consegnata una pettorina catarifrangente che poi i bambini utilizzeranno per le loro uscite in strada. Il programma di formazione scolastica e dunque il progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza” riprenderanno a settembre con le scuole di Gavirate e Laveno Mombello.

Ora l’organizzazione diretta da Mario Minervino, presidente della CSP, si concentrerà sull’evento più importante dell’estate Under 23 in Italia; la Coppa dei Laghi – trofeo Almar, Coppa del Mondo in programma domenica 26 luglio con partenza da Taino (VA) e arrivo ad Angera (VA).

Il CT Marino Amadori ha visionato il percorso del “Trofeo Almar”

Il CT Marino Amadori ha visionato il percorso del “Trofeo Almar”

Il ct Marino Amadori ha effettuato oggi un primo sopralluogo sul percorso di gara che il prossimo 26 luglio assegnerà il trofeo Almar, quinta prova della Coppa delle Nazioni 2015 per Under 23, organizzata dalla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino. Amadori ha visitato prima Taino (VA) sede di partenza della corsa, il percorso, quindi Angera (VA) che ospiterà la conclusione. In particolare l’ispezione ha riguardato il “muro” di Taino, ribattezzato Tainemberg per ricordare i “muri” del Nord Europa; 250 metri di acciottolato che hanno suscitato l’interesse del CT; Anche ai prossimi campionati mondiali i corridori troveranno un’insidia simile.

Il percorso di gara è stato giudicato “non duro” ma “molto tecnico”. Probabilmente “le condizioni atmosferiche faranno la differenza”, ha commentato il ct azzurro. La piccola delegazione si è poi spostata ad Angera, ospitata in Comune dal sindaco Alessandro Paladini Molgora. La gara si concluderà sul lungolago, al termine di un rettilineo di 300 metri. Prossimamente vi sarà un secondo sopralluogo; questa volta con gli atleti azzurri.

Domani il CT Amadori sul percorso del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Domani il CT Amadori sul percorso del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Inizia domani il percorso di avvicinamento della nazionale italiana alla Coppa delle Nazioni 2015. Il ct Marino Amadori effettuerà un primo sopralluogo sul percorso di gara che il prossimo 26 luglio assegnerà il trofeo Almar, quinta prova della più importante challenge internazionale per corridori under 23. Ad accompagnare il ct nella ricognizione anche il sindaco di Taino e il sindaco di Angera, rispettivamente sede di partenza d arrivo della gara.

La Coppa delle Nazioni, che assegna un punteggio valido per la convocazione ai campionati del mondo di categoria, avrà il suo prossimo appuntamento nella Repubblica Ceca in occasione della Corsa della Pace, in programma domenica 31 maggio. Poi sarà la volta dell’Italia prima della sfida finale al Tour de L’Avenir, in Francia. Finora la nazionale azzurra ha ottenuto ottimi risultati in Coppa con il successo di Simone Consonni in Francia ad aprile e il secondo posto di Gianni Moscon al debutto in Belgio.

Al “Trofeo Da Moreno” successi di Gazzoli, Arioli e Bagatin

Al “Trofeo Da Moreno” successi di Gazzoli, Arioli e Bagatin

Si sono svolti oggi a Rancio Valcuvia, in provincia di Varese il 15° trofeo Speziani Mario e Fratini Giuseppe e Ortensia a.m. per esordienti in gara unica e il 5° trofeo Da Moreno – memorial Ersilio Ferrario & Bruno Aldegheri a.m. per allievi. Il percorso di gara, ricco di saliscendi, è stato reso particolarmente impegnativo dalla pioggia, caduta senza interruzione soprattutto durante la gara riservata agli allievi. Alla doppia competizione hanno preso parte 68 esordienti ed 83 allievi. La gara allievi è stata molto combattuta e caratterizzata da numerosi tentativi di fuga, ben controllati dal gruppo. La velocità è risultata molto sostenuta, infatti la media finale è stata di 39 Km/h. L’azione decisiva è nata a tre giri dalla conclusione grazie all’attacco di sei atleti: Michele Gazzoli (Aspiratori Otelli – Mastercrom), Antonio Puppio, Luca Calcaterra (Team Pro Bike Junior), Andrea Bartolozzi (Pedale Ossolano), Gabriele Mattalia (Vigor Cycling Team) e Matteo Cappai (VC Mendrisio – PL Valli). Lo sprint finale non ha avuto storia, ed ha premiato per la sesta volta in questo inizio di stagione il sedicenne Michela Gazzoli. La gara degli esordienti si è conclusa con uno sprint a ranghi compatti che ha premiato l’atleta di Dumenza Federico Arioli (S.C. Orinese ASD), alla sua sesta vittoria stagionale su sei gare disputate! Alle sue spalle si è piazzato il varesino Lorenzo Cucchetti (G.S. S. Macario “V. Biolo”) , quindi il portacolori della Pol. Albano Ciclismo Yuri Brioni. Al varesino Chirstian Bagatin (S.C. Orinese ASD), ottavo al traguardo, è andato il premio riservato agli atleti al primo anno della categoria esordienti. In questa speciale graduatoria, riservata ai ragazzi classe 2002, Bagatin ha preceduto Andrea Vaninetti (GS BikeTreTeam – Villongo ASD) ed Emanuele Cacciatore (G.S. S. Macario “V. Biolo”). Sono intervenuti; Simone Castoldi, sindaco di Rancio Valcuvia e Giorgio Piccolo, sindaco di Cuveglio che con Claudio Aldegheri e Giovanni Speziani hanno effettuato le ricche premiazioni. Ospite l’ex professionista varesino Silvano Contini, classe 1958, vincitore della Liegi – Bastogne – Liegi del 1982 e terzo classificato al Giro d’Italia. (Foto di Flaviano Ossola)

ORDINE D’ARRIVO ESORDIENTI (Clicca Qui)

ORDINE D’ARRIVO ALLIEVI (Clicca Qui)

Domenica 26 aprile Esordienti e Allievi in gara a Rancio Valcuvia

Domenica 26 aprile Esordienti e Allievi in gara a Rancio Valcuvia

E’ un week end davvero speciale quello in programma a Rancio Valcuvia, in provincia di Varese. Domenica 26 aprile si svolgerà, infatti, il 15° trofeo Speziani Mario e Frattini Giuseppe e Ortensia a.m. per esordienti in gara unica e il 5° trofeo Da Moreno – Memorial Ersilio Ferrario & Bruno Aldegheri a.m. per allievi.

Le due gare si svolgeranno entrambe al mattino. Gli esordienti saranno i primi a cimentarsi su un circuito di km 6,5 che da Rancio Valcuvia raggiungerà Cuveglio e Cavona. Il circuito andrà ripetuto cinque volte per un totale di km 32,5. La partenza è fissata alle ore 9.00. La gara degli allievi si svolgerà sullo stesso circuito da ripetere, però, nove volte per un totale di km 58,5 e partenza alle ore 10.30.

Dopo donne junior ed elite della Coppa del Mondo di fine marzo e prima degli under 23 della Coppa delle Nazioni di fine luglio la Cycling Sport Promotion offre dunque ai più giovani l’opportunità di misurarsi nella splendida Valcuvia, vero paradiso per gli appassionati di ciclismo e per chi desidera vivere le belle emozioni della bicicletta. Questa volta per ragazzi dai tredici ai sedici anni di età. (Foto di Flaviano Ossola)

Trofeo Alfredo Binda – Coppa del Mondo: che numeri…!

Trofeo Alfredo Binda – Coppa del Mondo: che numeri…!

Riposti in magazzino striscioni, cartelli, palco e archi gonfiabili del trofeo Alfredo Binda, Coppa del Mondo donne, a Cittiglio la Cycling Sport Promotion inizia a progettare il prossimo impegno di altissimo profilo sportivo: La Coppa delle Nazioni U23 – trofeo Almar – Coppa dei Laghi, in programma domenica 26 luglio. Infatti domani, domenica 12 aprile, gli organizzatori locali, Mario Minervino ed i dirigenti della CSP, saranno a Taino ed Angera per verificare il posizionamento di palchi, sale per le riunioni, segreteria, sala stampa, posizionamento dell’arco che indicherà il Gran Premio della Montagna, piazzola per i mezzi della RAI e così via. Un sopralluogo sarà effettuato anche a Ranco che ospiterà la presentazione ufficiale del sabato sera; una gara alla quale parteciperanno rappresentative nazionali di ben 25 Paesi. La Coppa delle Nazioni è l’evento più importante al mondo della categoria perché costituisce un passaggio obbligato per i corridori che desiderano partecipare ai campionati mondiali. Quest’anno comprende sei gare di cui la prima si è disputata oggi in Belgio. In attesa delle emozioni estive alla Cycling Sport Promotion si ripercorrono i tanti motivi per archiviare il trofeo Binda 2015 tra le edizioni più belle. (Foto di Flaviano Ossola)

Ecco i numeri di un evento che si caratterizza e si distingue nel calendario mondiale come testimoniano i numeri definitivi
– Corridori: 23 teams donne elite e 21 teams donne junior,
– 138 cicliste elite alla partenza, provenienti da 28 nazioni di tutti i continenti
– 112 Atlete junior alla partenza, provenienti da 12 nazioni
– 15 campionesse in carica tra titoli continentali e nazionali
– 90 minuti trasmissione TV su RAI Sport2 (+ tre repliche).
– Servizi televisivi su Viasat 16hd (Svezia), BBC Red Button, Sky Sport 22 e Sky Sport 3 (Gran Bretagna), Universal Sport (USA),
– Immagini in onda su 7 TV digitali (piattaforma Photospeed Video Service),
– Due radio Radio Due Laghi e Radio Number One (radio ufficiale della gara),
– 80 membri dell’organizzazione di corsa
– 60 giornalisti (tra stampa scritta, fotografi, web ecc ecc) accreditati
– 1000 pass distribuiti
– 200 ospiti VIP alla corsa
– 60 mezzi fra auto e moto in gara
– 500 omaggi ad atlete e ospiti
– 350 volontari e 150 membri delle forze dell’ordine impegnati lungo il percorso di gara
– 2500 bambini coinvolti nelle attività promozionali
– 21 i Comuni interessati dal percorso
– 1300 presenze in hotel tra squadre, organizzatori e ospiti, giornalisti, fotografi e operatori TV in 14 strutture
– 10.000 spettatori si sono portati lungo i 600 metri finali della gara
– 6 Gruppi Folcloristici Itineranti che hanno intrattenuto il pubblico tra un passaggio e l’altro della corsa sul rettilineo finale di Cittiglio
Le dirette web della competizione è stata assicurata da www.tuttobiciweb.it.

TWITTER
sull’account Twitter @TrofeoBinda è stato disponibile l’hashtag #TrBinda per le notizie in diretta, quasi minuto per minuto.
152.961 visualizzazioni (periodo 26 marzo- 3 aprile con quasi 130.000 il giorno della gara)

YOUTUBE
la piattaforma Youtube registra ad oggi 13 video caricati; due di questi sono stati realizzati dall’Unione Ciclistica Internazionale,
per assicurare l’informazione sono state realizzate e stampate 200 guide per l’atleta, 150 guide tecniche, 1.000 depliant, 10.000 volantini, 7.500 pieghevoli

SITO INTERNET (www.cyclingsportpromotion.com)
– 8193 visite totali
– 28811 pagine viste totali
– 251 i Paesi che hanno visitato il sito. Al primo posto Italia (36,2%), poi Svizzera (11,28%), Francia (7,42%), Regno Unito (7,12%), Germania (6,82%), Stati Uniti d’America (6,23%), Belgio (4,45%), Paesi Bassi (3,26%), Danimarca (2,37%), Austria (1,78%), Slovenia (1,78%), Spagna (1,48%), Russia (1,48%), Australia (1,19%), Brasile (0,89%), Lituania (0,59%), Nuova Zelanda (0,59%) ecc. ecc.
– 15029 pagine viste nella settimana di Coppa del Mondo
– 8994 pagine viste nel weekend di Coppa del Mondo
– 6112 pagine viste il giorno della Coppa del Mondo

PAGINA FACEBOOK
– 716 “Mi Piace” alla pagina Cycling Sport Promotion
– 4123 persone raggiunte dai post pubblicati durante la manifestazione
– 26 “Post” pubblicati durante la manifestazione

PROGETTO RECYCLING
– 2500 fogli di carta riciclata per stampare comunicati, documenti ufficiali e ordini di arrivo.
– 400 bidoncini portapenne
– 24 contenitori per la raccolta differenziata posizionati in zona partenza e arrivo.
– 5 contenitori per la raccolta differenziata in cartone riciclato sono stati utilizzati in sala stampa
– 30 i contenitori per la raccolta differenziata in cartone riciclato usati all’arrivo.
– 120 le borracce raccolte dagli operatori nella zona di rifornimento.

Trofeo Binda: a Cittiglio sfreccia l’inglese Elizabeth Armitstead

Trofeo Binda: a Cittiglio sfreccia l’inglese Elizabeth Armitstead

Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans Cycling Team) ha vinto a Cittiglio (VA) il 17° trofeo Alfredo Binda, seconda prova di Coppa del Mondo, disputato oggi con partenza da Laveno Mombello e arrivo a Cittiglio dopo 123 chilometri di gara tiratissima. La vincitrice della Coppa del Mondo 2014 e vice campionessa olimpica ha regolato in volata la campionessa del mondo Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv) al debutto stagionale. Sul terzo gradino del podio è salita Anna Van der Breggen (Rabo Liv). Gara molto combattuta, come sempre qui a Cittiglio. Dopo una fuga iniziale di Katrin Garfoot (Orica) la corsa si è accesa dopo 90 chilometri dalla partenza. All’attacco sono andate: Joelle Numainville (Bigla Cycling Team), Elisabeth Williams (Orica) e Linda Indergand (Svizzera). Riprese dal gruppo è stata la volta di Lucina Brand (Rabo Liv) a tentare la fuga. Sul penultimo passaggio per Orino sono scattate in sei: Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv), Anna Van Der Breggen (Rabo Liv), Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans), Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda), Alena Amialiusik (Velocio Sram), Jolanda Neff (Svizzera) che hanno imposto subito un distacco di 35” sul gruppo più consistente. La fuga si è rivelata quella buona; infatti le sei fuggitrici non sono state più riprese. L’epilogo è avvenuto in volata con il successo di Elizabeth Armitstead che, con la vittoria di Cittiglio, ha conquistato la leadership di Coppa del Mondo 2015: “Siamo stanchissimi ma molto felici dell’andamento di questa giornata – ha raccontato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion; abbiamo dato un segnale importante al movimento femminile italiano con due gare di altissimo livello agonistico. Ringrazio tutti i miei collaboratori, tantissimi, che hanno lavorato benissimo al successo dell’evento”. Ovviamente Elizabeth Armitstead si è dichiarata molto felice: “Sono molto contenta del risultato. Oggi mi sentivo molto bene. L’ultimo giro è stato molto combattuto”. La campionessa del mondo Pauline Ferrand Prevot, battuta in volata, non si è detta molto dispiaciuta: “Ho una buona condizione già da questa prima gara e sono contenta del secondo posto. Per raggiungere il top di forma devo gareggiare ancora molto. Il mio obiettivo stagionale è la conferma del titolo ai campionati del mondo”. (Foto di Flaviano Ossola)

17° trofeo Alfredo Binda – Coppa del Mondo del mondo donne
Ordine d’arrivo: 1. Elizabeth Armitstead (Boels Dolmans) km 123,70 in 3h8’13” media km/h 39,433; 2. Pauline Ferrand Prevot (Rabo Liv); 3. Anna Van Der Breggen (Rabo Liv); 4. Elisa Longo Borghini (Wiggle Honda); 5. Alena Amaliusik (Velocio Sram); 6. Jolanda Neff (Svizzera) a 3”; 7. Annemiek Van Vleuten (Bigla Pro Cycling) a 1’31”; 8. Eleonora Van Dijk (Boels Dolmans); 9. Elena Cecchini (Lotto); 10. Ashleigh Moolmam Pasio (Bigla Pro Cycling)
Partenti 138, arrivate 83

Volata finale: https://www.youtube.com/watch?v=YQlSF6h04sQ&feature=youtu.be

Stasera le immagini del trofeo Alfredo Binda, Coppa del Mondo andranno in onda alle ore 21.00 su RAISPORT 1