Trofeo Almar

Presentato ufficialmente il “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”. Il CT Cassani e Contini ospiti d’onore

Presentato ufficialmente il “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”. Il CT Cassani e Contini ospiti d’onore

Il cittì azzurro Davide Cassani e Silvano Contini, che in carriera vanta un successo alla Liegi-Bastogne-Liegi e la soddisfazione di aver strappato di dosso la maglia rosa a Bernard Hinault, venerdì scorso hanno tenuto a battesimo il trofeo Almar, Coppa dei Laghi, gara valida per la Coppa delle Nazioni U23 in programma domenica 26 luglio, con partenza da Taino e arrivo ad Angera. Una bella serata, quella organizzata nell’accogliente al Grand Hotel Milano Malpensa, tra amici vecchi e nuovi, dirigenti sportivi, sponsor, autorità del territorio e tanto, tantissimo entusiasmo per un evento che riscopre un territorio rimasto spesso ai margini del grande ciclismo. Autore della riscoperta Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion: “Sì, con la Coppa delle Nazioni portiamo alla ribalta un nuovo scorcio del territorio della provincia di Varese che affaccia direttamente sul Lago Maggiore. La corsa attraverserà sette comuni ai quali abbiamo proposto l’evento come veicolo di promozione ed occasione di rilancio. Abbiamo scoperto una passione insospettata per il ciclismo che si dimostra sempre un eccellente occasione di coesione e partecipazione”.

La gara prenderà avvio da Taino, rappresentata dal sindaco Stefano Ghiringhelli: “Ringrazio Mario Minervino per aver pensato a noi per questa importante competizione. La Coppa delle Nazioni è un investimento per tutto il territorio. Quando un progetto è valido e si prospetta come un successo allora le risorse si trovano ed io ringrazio tutte le aziende che si sono offerte di supportare la gara. Vestiremo a festa tutta Taino; ci teniamo a mettere a disposizione le nostre migliori opportunità”.

“Mi associo a Taino – ha dichiarato Alessandro Paladini Molgora, sindaco di Angera .- Varese da sempre è la patria del ciclismo. Siamo orgogliosi di portare questo sport importante in un territorio magnifico. Ringrazio Minervino per il gioco di squadra che è riuscito a stabilire e per la disponibilità verso le nostre iniziative che intendono rilanciare il turismo. Il suo lavoro è importante per far partire questa fase. Il lavoro che fa Minervino ci ha stupito. Personaggi come lui vanno tutelati perché rendono più grande il ciclismo. Ci saranno tante nazionali e il valore agonistico della gara è molto grande”.

Andrea Covi, assessore di Taino e sportivo appassionato, ha illustrato il percorso di gara: “Da Taino si pedalerà in direzione di Sesto Calende quindi si scenderà verso Laveno fino ad Angera per il primo passaggio. Da Angera si costeggerà il lago Maggiore per arrivare a Ranco ed affrontare la prima salita, uno strappo di un km. A quel punto seguirà la discesa verso Angera e Taino dove i corridori affronteranno il cosiddetto Tainenberg, una salita di circa 300 metri, in acciottolato, che somiglia molto ai “muri del nord”. A quel punto la carovana costeggerà il lago di Monate, Vergiate, il Lago di Comabbio e poi di nuovo Angera. Questo tratto di percorso andrà ripetuto cinque volte. Durante l’ultimo giro dal Tainenberg si punterà dritto ad Angera”.

Cosa chiedere ai corridori italiani che saranno impegnati in gara? Alla domanda ha risposto il cittì Davide Cassani: ”Ai ragazzi si chiede sempre di onorare la maglia azzurra e si chiede ad ognuno che faccia il massimo. Sono felice che la Coppa delle Nazioni torni in Italia: l’ultima volta fu nel 2012 e vinse Fabio Aru. L’obiettivo di queste competizioni è far crescere i giovani. Lo scorso anno nella classifica della Coppa delle Nazioni finimmo diciassettesimi. Quest’anno, invece, siamo terzi. Quello di Taino ed Angera è un percorso esigente, per uomini forti e veloci capaci. Ci avvicineremo alla gara partecipando al trofeo Matteotti. Dopo il trofeo Almar – Coppa dei Laghi ci sarà il Tour de L’Avenir e il Campionato del Mondo. Ringrazio anch’io Mario Minervino per il suo impegno nell’organizzazione dell’evento, vorremmo tutti organizzatori seri come lui; fintanto che organizzerà non avrà problemi ad inserire le sue gare in calendario”.

Dopo anni di ciclismo femminile cosa ha spinto Mario Minervino ad allestire una gara internazionale per corridori U23: “Il ciclismo maschile ce l’ho nel cuore – ha spiegato il presidente della Cycling Sport Promotion – Io sono nato organizzatore con il Gran Premio Inda e quest’anno abbiamo pensato a questa nuova sfida che credo abbiamo vinto con la fiducia che ci ha concesso l’Unione Ciclistica Internazionale, affidandoci l’organizzazione della Coppa delle Nazioni. Ma è stato fondamentale anche l’ex presidente della Provincia di Varese che ci ha spinto a farlo. Poi, oltre agli amici storici, strada facendo si sono aggiunti nuovi amici e nuovi sostenitori. La gara maschile ci offre l’opportunità di conoscere nuovi scenari ed aprire nuovi orizzonti. Sono contento perché alla nostra proposta hanno aderito in tanti. Tutto sarà fatto al meglio. Ringrazio Selle Italia e la Rai, tutti gli Sponsor, le Forze dell’Ordine e tutti i volontari della Protezione Civile che ci consentiranno di fare tutto in sicurezza. Le squadre saranno presentate a Ranco, la sera del 25 luglio, alle 18.30 sul lungolago. Domenica mattina il foglio firma sarà posizionato nei pressi della scultura del’artista Gio’ Pomodoro a Taino. Avremo intrattenimenti di vario tipo, stand gastronomici, giochi per i bambini. Si esibiranno gruppi folcloristici e bande musicali. La stessa accoglienza l’avremo ad Angera dove vivremo una novità assoluta; una seduta d’allenamento di spinning per tutti e l’intrattenimento di Radio Due Laghi. Eolo assicurerà la migliore connessione internet sia a Taino sia ad Angera. Infine, posso già annunciare che la gara di Cittiglio continuerà anche se non si chiamerà più Coppa del Mondo perché l’UCI varerà il World Tour femminile”. Interventi di sostegno anche dal dott. Achille Foglia di ACF, del dott. Luigi Trevisan di Ubi Banca, del giornalista RAI Andrea De Luca, del dott. Claudio Aldegheri di “Da Moreno dove tutto Costa Meno”, del dott. Marco Civelli di Almar.

LE SQUADRE NAZIONALI PARTECIPANTI
“Siamo molto contenti – ha sottolineato Davide Bardellli – perché le richieste sono arrivate subito dopo l’annuncio che avremmo organizzato la competizione. Abbiamo 21 squadre confermate, tutte le più importanti. Questi i team partecipanti: Argentina, Austria, Australia, Azerbajgian, Belgio, Estonia, Francia, Germania, Giappone, Italia, Kazakhistan, Lussemburgo, Olanda, Polonia, Repubblica Ceca, Russia, Slovenia, Svizzera, Ucraina, Usa e Centro Mondiale del Ciclismo (squadra mista UCI). Tenendo conto della composizione della squadra UCI, africani e panamericani, si può affermare che al trofeo Almar – Coppa dei Laghi parteciperanno corridori d tutti i continenti; un vero e proprio campionato del mondo”.

LA COPPA DELLE NAZIONI U23
Introdotta nel 2007, la Coppa delle Nazioni U23 costituisce un passaggio obbligato per i ciclisti under 23 che desiderano partecipare alle gare loro riservate nei Campionati del mondo di ciclismo su strada. Nel 2015 comprende sei gare ed è riservata alle squadre nazionali a cui, in base ai risultati, sono assegnati dei punti per determinare il numero di posti assegnati a ciascun Paese ai mondiali di Richmond (USA).

PROGRAMMA

SABATO 25 LUGLIO 2015
14.00 – 17.00 Accrediti per organizzazione, stampa e seguito ufficiale. Apertura della Sala Stampa ai giornalisti accreditati
14.00 – 16.30 Verifica licenze per gruppi sportivi e distribuzione numeri dorsali
17.00 Riunione riservata ai direttori sportivi delle squadre

DOMENICA 26 LUGLIO 2015
7.00 – 18.00 Apertura Permanence – Segreteria di gara
8.00 – 19.00 Apertura Sala Stampa ai giornalisti accreditati
11.00 – 11.50 Presentazione squadre e firma foglio di partenza a Taino
12.00 Partenza ufficiale Taino
16.30 circa Arrivo, cerimonia protocollare Angera
17.00 Conferenza stampa del vincitore presso Sala Stampa

Questa sera a Somma Lombardo (VA) presentazione del “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”

Questa sera a Somma Lombardo (VA) presentazione del “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”

Al momento sono 21 le squadre iscritte al trofeo Almar – Coppa dei Laghi, quinta gara del calendario mondiale della Coppa delle Nazioni U23 2015 che la Cycling Sport Promotion di Mario Minervino organizzerà domenica 26 luglio con partenza da Taino (VA) e arrivo ad Angera (VA). L’ultima squadra ad aggiungersi al già prestigioso elenco di nazioni partecipanti è il team del Centro Mondiale del Ciclismo, cioè la speciale squadra composta da corridori dei Paesi nei quali il ciclismo è meno sviluppato e per questo godono del sostegno dell’Unione Ciclistica Internazionale. La squadra del CDM sarà composta da ciclisti per lo più africani che coglieranno l’occasione della Coppa delle Nazioni per mostrare le proprie capacità e puntare dunque ad un ingaggio in un team occidentale.

Questa ed altre curiosità del trofeo Almar – Coppa dei Laghi – Coppa delle Nazioni 2015 saranno illustrate:
stasera, venerdì 26 giugno, alle ore 19.00, presso il Grand Hotel Milano Malpensa – via Lazzaretto 1, Somma Lombardo (VA)

Tutti sono invitati a partecipare. Tra gli ospiti anche il CT Davide Cassani e Silvano Contini, vincitore della Liegi-Bastogne-Liegi e terzo al Giro d’Italia nel 1982.

Venerdì 26 giugno presentazione ufficiale del “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”

Venerdì 26 giugno presentazione ufficiale del “Trofeo Almar – Coppa dei Laghi”

Domenica 26 luglio è in programma il trofeo Almar – Coppa dei Laghi, quinta gara del calendario mondiale della Coppa delle Nazioni U23 che la Cycling Sport Promotion di Mario Minervino organizzerà con partenza da Taino (VA) e arrivo ad Angera (VA), dopo 180 chilometri di gara. Al via si schiereranno squadre da oltre venti Nazioni, ciascuna squadra composta da sei corridori, e sarà così un inedito spettacolo di colori, bandiere ed inni che susciterà fortissime emozioni tra sportivi e appassionati che certamente accorreranno molto numerosi.

La gara sarà molto esigente perché, tra l’altro, per cinque volte si dovrà affrontare il Tainengerg, un “muro dal sapore fiammingo” che metterà in difficoltà molti corridori. Si tratta una salita di quasi trecento metri, in pavè al 16% di pendenza che sicuramente spezzerà il gruppo in più parti. I corridori affronteranno il Tainenberg una prima volta dopo 17 chilometri dal via, l’ultima volta quando all’arrivo di Angera mancheranno solamente 13 chilometri.

Tutte le caratteristiche del percorso del trofeo Almar – Coppa dei Laghi – Coppa delle Nazioni 2015 saranno illustrate

venerdì 26 giugno, alle ore 19.00, presso il Grand Hotel Milano Malpensa – via Lazzaretto 1, Somma Lombardo (MI)

Tutti sono invitati a partecipare

Le difficoltà del “muro di Tainenberg” in questo video realizzato da Andrea Covi: https://www.youtube.com/watch?v=TNTXyhhHNXQ

Taino (VA) gemellata con l’Azerbaijan, sede dei primi “Giochi Olimpici Europei”

Taino (VA) gemellata con l’Azerbaijan, sede dei primi “Giochi Olimpici Europei”

Sono in pieno svolgimento a Baku, capitale dell’Azerbaijan, i campionati europei di ciclismo. In realtà si tratta di una sorta di Olimpiade Continentale visto che in questi giorni si svolgono competizioni in ben 30 diverse discipline sportive; uno spettacolo senza precedenti che ha ampio risalto anche in Italia. Pochi sanno che quest’anno il ciclismo in Italia ha un legame piuttosto particolare con l’Azerbaijan e con Baku. In occasione di EXPO 2015 ogni cittadina della provincia di Varese è stata gemellata ad un Paese espositore e a Taino, sede di partenza della Coppa delle Nazioni U23, è simbolicamente gemellata proprio con l’Azerbaijan. In questi giorni Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion che organizza la gara del prossimo 26 luglio, è proprio a Baku a seguire le gare di ciclismo: ne approfitterà per conoscere la federazione azera e gli atleti che saranno a Taino in occasione della competizione: “Sì, qui in Azerbaijan sto conoscendo molte federazioni tra quelle che hanno già inviato la loro iscrizione – ha spiegato Minervino da Baku – ad oggi la tappa italiana della Coppa delle Nazioni conta già 21 squadre nazionali”.

Intanto al Comitato Organizzatore della Coppa delle Nazioni U23 iniziano ad arrivare i primi, importanti, messaggi da rappresentanti delle Istituzioni. Primo fra tutti il presidente federale, dott. Renato Di Rocco: “L’amico Mario Minervino non si smentisce e continua a moltiplicare l’impegno a 360 gradi. Da vero manager-imprenditore del ciclismo non vive di rendita, ma sulla scia del successo scommette e reinveste sullo sviluppo, sull’innovazione e sulla crescita. Dopo aver portato in Italia con il Trofeo Binda la prima e unica prova di Coppa del Mondo su Strada Donne, quest’anno affiancata dal Trofeo da Moreno, internazionale donne juniores, chiude il cerchio dei grandi eventi del 2015 con il 1° Trofeo Almar, unica prova di Coppa delle Nazioni Under 23 ospitata quest’anno in Italia. Gran bel colpo questo, perché il Challenge UCI è fondamentale per la formazione e la valorizzazione dei giovani talenti che alimentano il bacino di ricambio del ciclismo su strada al livello assoluto. Inoltre, il ranking determina la composizione numerica delle nazionali che parteciperanno ai Campionati del Mondo. La Federazione ha messo in agenda tutti gli appuntamenti del calendario europeo in modo da offrire agli azzurri e ai tecnici le occasioni di confronto più qualificate dal punto di vista tecnico.

La nostra Nazionale si è già distinta nelle prime prove, cogliendo il secondo posto con Gianni Moscon nella Ronde van Vlaanderen Beloften, in Belgio, e la vittoria con Simone Consonni nella Cote Picarde, in Francia. Il Trofeo Almar del 26 luglio ci consente ora di “giocare in casa”, magnifica opportunità per difendere e, se possibile, migliorare la posizione di vertice attualmente occupata dall’Italia. La Cycling Sport Promotion svolge perciò un ruolo strategico nel quadro dei programmi federali con le sue organizzazioni e con le iniziative a tutto tondo, che coinvolgono anche le categorie esordienti e allievi a Rancio Valcuvia e i Giovanissimi delle scuole varesine, ponendo sempre al centro i temi della sicurezza stradale, della salute e dell’ecologia. Ringrazio ancora e consegno idealmente l’ennesima medaglia al merito a Minervino e alla Cycling Sport Promotion, formidabile esempio di dedizione, competenza e fiducia nel futuro”.

Pedalarcultura 2015: solstizio d’estate in bici, attraverso una mostra di cinque artisti

Pedalarcultura 2015: solstizio d’estate in bici, attraverso una mostra di cinque artisti

Torna Pedalarcultura, la rassegna di visite ed eventi culturali in bicicletta: il quarto appuntamento del 2015 sarà la “Pedalata del Solstizio”, in calendario domenica 21 giugno, con partenza e arrivo ad Angera, sul Lago Maggiore. L’organizzazione è coordinata dalla LibEreria nella Bottega del Romeo, ovvero il punto di riferimento per il cicloturismo sul Verbano. La Pedalata del Solstizio andrà a inaugurare un altro evento davvero speciale, ovvero una mostra diffusa dal titolo “Biciclette e poeti dell’immagine”, ovvero la rappresentazione della bicicletta e del ciclismo da differenti punti di vista, con quattro fotografi e un pittore. La cultura sposa lo sport, poiché la Pedalata del Solstizio seguirà il tracciato (in circuito) di un importante evento agonistico che si svolgerà a fine luglio, il 26, ovvero la Coppa dei Laghi, una gara internazionale per Under 23, organizzata da Cycling Sport Promotion. Lo stesso circuito, di circa 25 km, si presta a un altro approccio ciclistico, quello lento e culturale, alla scoperta di curiosità e bellezze di piccoli e grandi paesi attraversati dalla competizione: Angera, Ranco, Taino, Osmate, Mercallo, Oriano (Sesto Calende). E La Pedalata del Solstizio partirà alle ore 10 presso l’ufficio turistico e il Museo Archeologico di Angera, in via Marconi. La sosta per il pranzo sarà a Taino, nei pressi del monumento di Giò Pomodoro, che proprio nel giorno del solstizio disegna una vera e propria magia sulle sue pietre. Come tutti gli eventi proposti da Pedalarcultura, non manca l’aspetto enogastronomico: il pranzo (leggero), infatti, proporrà degustazioni e piatti tipici dei laghi. La Pedalata del Solstizio, poi, proseguirà anche nel pomeriggio, sempre a ritmi accessibili anche ai meno allenati. Per partecipare alla Pedalata del Solstizio è obbligatorio iscriversi: le adesioni devono pervenire entro il 19 giugno alla LibEreria c/o la Bottega del Romeo, in piazza San Martino a Ispra (Va), tel. 348/8516760, info@bottegadelromeo.com. La quota d’iscrizione è di 22 euro (itinerario guidato+pranzo tipico). E’ possibile, inoltre, noleggiare le bici sul posto, con prenotazione obbligatoria al 348/8516760.

La Pedalata del Solstizio inaugura una mostra davvero speciale!

- Una mostra d’arte, per immagini, che racconta la bicicletta da differenti punti di vista: la Pedalata del Solstizio andrà a inaugurare un’esposizione diffusa, “Biciclette e poeti dell’immagine”, che rimarrà allestita dal 21 giugno al 26 luglio in cinque località tra Lago Maggiore e Lago di Comabbio, sul percorso di quello che sarà un evento internazionale di grande prestigio, ovvero la Coppa dei Laghi Under 23.

- Ad Angera, presso la sala mostra di via Marconi (sotto il Museo Archeologico) esporrà il fotografo napoletano Salvatore Di Vilio, con la sue Iphongrafie dal titolo “Attraversamenti ciclabili negli ingranaggi della memoria”.

- A Taino, presso il centro Bielli di viale Europa, sarà allestita una mostra del fotografo romano (ma varesino d’adozione) Guido Rubino, dal titolo “Artigiani, bici e città”.

- A Ranco, dapprima presso la sala consiliare, poi in vari luoghi pubblici del paese sarà visitabile la mostra del fotografo salernitano Nicola Ianuale, dal titolo “Ciclismo e Giro d’Italia, passioni che non tramontano”

- A Mercallo, presso il centro sociale e ricreativo si potranno ammirare i reportage “d’epoca” di Diego Franzetti, mentre a Osmate, presso la sala polivalente del comune, saranno esposti i quadri del pittore milanese e cantautore Roberto Sironi.

In provincia di Varese si lavora all’organizzazione del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

In provincia di Varese si lavora all’organizzazione del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Si lavora con passione ed entusiasmo in provincia di Varese per l’organizzazione del trofeo Almar, Coppa delle Nazioni U23 in programma domenica 26 luglio sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. Passione ed entusiasmo ma anche tante ore di lavoro straordinario per allestire l’evento internazionale più importante dell’estate italiana dei corridori e dei team Under 23. Si producono le bandiere che coloreranno l’arrivo di Angera, si ascoltano e si provano gli inni nazionali, si ripete il cerimoniale di firma del foglio di partenza e di premiazione ma soprattutto si tira a lucido tutto il percorso che da Taino porterà al traguardo finale di Angera, nello splendido viale Pietro Martire, dopo 180 chilometri di autentica battaglia sportiva. Al via sono attesi, infatti, tutti i migliori corridori Under 23 al mondo per questa sfida che si sta confermando molto appassionante. Ad oggi, dopo gli appuntamenti di Belgio, Francia, Paesi Bassi e Repubblica Ceca, la classifica provvisoria della Coppa delle Nazioni vede al comando la Norvegia davanti alla Danimarca mentre l’Italia è saldamente posizionata al terzo posto davanti alla Francia e alla Gran Bretagna.

Dopo l’appuntamento italiano la Coppa delle Nazioni farà tappa al Tour de l’Avenir, in Francia per l’ultimo appuntamento che definirà la partecipazione ai campionati mondiali in programma quest’anno negli Stati Uniti. Insomma, non c’è sport più internazionale del ciclismo e quindi l’appuntamento del prossimo 26 luglio con Taino, Angera e la provincia di Varese si rivelerà una nuova occasione per promuovere un territorio da sempre molto legato alla bicicletta ma anche alla migliore accoglienza ed ospitalità.

Dopo la Coppa del Mondo donne di fine marzo in Valcuvia, questo nuovo appuntamento internazionale, stavolta con il ciclismo maschile under 23, propone di nuovo il ciclismo quale volano di sviluppo e promozione per tutte le più belle proposte del territorio: “Qui in provincia di Varese amiamo lo sport ed in particolare il ciclismo – ha sottolineato Mario Minervino, presidente del Comitato Organizzatore – ma siamo orgogliosi di proporlo in uno scenario che non ha eguali. I corridori pedaleranno tra il lago Maggiore e le Prealpi che offrono tantissime opportunità per tutti i tipi di turismo e le immagini trasmesse dalla RAI in tutto il mondo saranno utilissime a promuovere Taino, Angera e tutte le altre bellissime località che ospiteranno la gara. Sarà una gran bella festa con corridori e nazioni da tutti i continenti”.

Il CT Marino Amadori ha visionato il percorso del “Trofeo Almar”

Il CT Marino Amadori ha visionato il percorso del “Trofeo Almar”

Il ct Marino Amadori ha effettuato oggi un primo sopralluogo sul percorso di gara che il prossimo 26 luglio assegnerà il trofeo Almar, quinta prova della Coppa delle Nazioni 2015 per Under 23, organizzata dalla Cycling Sport Promotion di Mario Minervino. Amadori ha visitato prima Taino (VA) sede di partenza della corsa, il percorso, quindi Angera (VA) che ospiterà la conclusione. In particolare l’ispezione ha riguardato il “muro” di Taino, ribattezzato Tainemberg per ricordare i “muri” del Nord Europa; 250 metri di acciottolato che hanno suscitato l’interesse del CT; Anche ai prossimi campionati mondiali i corridori troveranno un’insidia simile.

Il percorso di gara è stato giudicato “non duro” ma “molto tecnico”. Probabilmente “le condizioni atmosferiche faranno la differenza”, ha commentato il ct azzurro. La piccola delegazione si è poi spostata ad Angera, ospitata in Comune dal sindaco Alessandro Paladini Molgora. La gara si concluderà sul lungolago, al termine di un rettilineo di 300 metri. Prossimamente vi sarà un secondo sopralluogo; questa volta con gli atleti azzurri.

Domani il CT Amadori sul percorso del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Domani il CT Amadori sul percorso del “Trofeo Almar – Coppa delle Nazioni”

Inizia domani il percorso di avvicinamento della nazionale italiana alla Coppa delle Nazioni 2015. Il ct Marino Amadori effettuerà un primo sopralluogo sul percorso di gara che il prossimo 26 luglio assegnerà il trofeo Almar, quinta prova della più importante challenge internazionale per corridori under 23. Ad accompagnare il ct nella ricognizione anche il sindaco di Taino e il sindaco di Angera, rispettivamente sede di partenza d arrivo della gara.

La Coppa delle Nazioni, che assegna un punteggio valido per la convocazione ai campionati del mondo di categoria, avrà il suo prossimo appuntamento nella Repubblica Ceca in occasione della Corsa della Pace, in programma domenica 31 maggio. Poi sarà la volta dell’Italia prima della sfida finale al Tour de L’Avenir, in Francia. Finora la nazionale azzurra ha ottenuto ottimi risultati in Coppa con il successo di Simone Consonni in Francia ad aprile e il secondo posto di Gianni Moscon al debutto in Belgio.

Sul web la nuova comunicazione della CSP…!

Sul web la nuova comunicazione della CSP…!

Cambia la comunicazione web della Cycling Sport Promotion che da pochissimi giorni ha messo online un nuovo sito internet: www.cyclingsportpromotion.com “Quest’anno – ha spiegato il presidente Mario Minervino – la nostra società sportiva organizzerà tre eventi molto importanti e abbiamo realizzato una nuova piattaforma più congeniale alla gestione di tutte le informazioni”. Il nuovo sito, disponibile in italiano e inglese, contiene già tutte le informazioni relative il Trofeo Alfredo Binda Comune di Cittiglio – Coppa del Mondo donne, il Trofeo Da Moreno – Piccola Coppa del Mondo internazionale per donne junior, la Coppa dei Laghi – Trofeo Almar – Coppa della Nazioni U23. Sul nuovo sito la navigazione è molto intuitiva e veloce ma soprattutto consente di conoscere ogni aspetto, anche storico, dei tre eventi tra i più importanti di ciclismo in Italia. Ci sono poi gallerie video e foto delle edizioni passate della Coppa del Mondo, gli albi d’oro ma soprattutto tanta emozione, come spesso solo il ciclismo sa regalare. Il vecchio sito www.trofeobinda.com va in pensione? Niente affatto. Chi volesse continuare ad utilizzare il vecchio link sarà automaticamente reindirizzato sul nuovo sito www.cyclingsportpromotion.com . Comunque al vecchio sito si viene indirizzati se si vuole ripercorrere la storia del trofeo Binda, Coppa del Mondo donne giunta, nel 2015, all’ultima edizione. Infine dal nuovo sito si interagisce facilmente con tutti i social: twitter, facebook, instagram, youtube e rimanere così sempre aggiornatissimi sulle iniziative in programma.

Dai presidenti di UCI, CONI e FCI gli auguri per la nuova stagione organizzativa

Dai presidenti di UCI, CONI e FCI gli auguri per la nuova stagione organizzativa

Passata l’Epifania per la Cycling Sport Promotion è tempo di tornare al lavoro. Si riparte dunque da dove si era lasciato alla vigilia di Natale con la festa dei volontari che costituiscono un vero e proprio elemento di orgoglio per il patron Mario Minervino: “Sì, è vero, i volontari che collaborano ai nostri eventi sono persone davvero speciali che sono un po’ l’elemento di forza della nostra organizzazione. Li ringraziamo sempre per la loro preziosa disponibilità; quest’anno saranno impegnati molto nei tanti eventi che organizzeremo. Inizieremo a marzo con la Coppa del Mondo donne – trofeo Alfredo Binda e con il trofeo Da Moreno, la neonata gara internazionale junior che tutti consideriamo la “Piccola Coppa del Mondo”. Poi a luglio allestiremo la Coppa delle Nazioni U23 – trofeo Almar; sono già numerosissime le squadre nazionali che hanno inviato la loro iscrizione. Sarà per noi un momento molto importante perché ritroveremo l’emozione delle gare per i migliori giovani corridori al mondo in un territorio, la sponda lombarda del Lago Maggiore, che finora non avevamo interessato e nel quale abbiamo registrato molto interesse ed entusiasmo. Poi ci sono le gare giovanili, esordienti ed allievi ed i progetti con la scuola e con ReCycling. Insomma è da poco iniziato un anno che ci vedrà molto impegnati e che realizzeremo grazie al contributo di tanti sponsor e di tutte le amministrazioni locali, Regione Lombardia e Provincia di Varese che ci onorano della loro partecipazione così attiva”. In attesa di proporre percorsi, altimetrie, tabelle di marcia e programmi alla segreteria della Cycling Sport Promotion arrivano i saluti e gli incoraggiamenti delle autorità. Ne anticipiamo i primi contenuti:

Brian Cookson, presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale: “Il trofeo Alfredo Binda è sempre pieno di suspense ed è spesso imprevedibile ma un altro fattore rimane costante: l’ottima organizzazione. Ciò grazie all’impegno di un gran numero di persone. Io colgo l’occasione per esprimere la mia gratitudine a Mario Minervino, alla Cycling Sport Promotion, alla Federazione Ciclistica Italiana, al suo presidente Renato di Rocco, così come agli sponsor, autorità e volontari locali dell’evento. Tutti svolgono un ruolo importante per il buon funzionamento di questo evento internazionale. Gli organizzatori hanno creato anche un modello riguardo la promozione e le azioni a favore dell’ambiente, sia all’interno del gruppo che nella sede dell’organizzazione che tra i moltissimi spettatori che fiancheggiano la strada. I miei complimenti vanno a loro per la loro campagna ecologica, un’iniziativa molto vicina al mio cuore”.

Giovanni Malagò, presidente del CONI: “La partecipazione di un numero elevato di atlete provenienti da nazioni di tutto il mondo, il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie dei Comuni interessati dalla gara, l’attenzione per l’ambiente con il progetto ReCycling sono a testimoniare la rilevanza sportiva e culturale che questo grande ed importante appuntamento rappresenta nel panorama ciclistico e sportivo nazionale e internazionale. Desidero pertanto rivolgere il mio plauso alla Cycling Sport Promotion per l’ottima organizzazione dell’evento, alle autorità locali alle forze dell’ordine, alle associazioni ex alpini, ai volontari della protezione civile e dell’organizzazione che collaborano alla migliore riuscita della manifestazione”.

Renato Di Rocco, presidente della FCI: “L’appuntamento del 29 marzo a Cittiglio, vero e proprio mondiale di primavera, porta il ciclismo europeo in pieno clima pre-olimpico. Il confronto tra le migliori atlete del mondo si arricchisce delle motivazioni che animeranno le rappresentanti del nostro continente, tra le quali figurano in prima linea molte italiane in grado di aspirare alla maglia azzurra. Il Trofeo Binda, orgoglio dell’amico Mario Minervino e vanto del nostro patrimonio organizzativo, ha accompagnato la crescita qualitativa e numerica del ciclismo femminile italiano. Negli ultimi otto anni le nostre tesserate delle categorie agonistiche, dalle esordienti alle under 23, sono aumentate da 737 alle attuali 1004. Le donne élite in questo periodo sono passate da 178 a 193. Ciò che mi piace porre in evidenza è l’effetto dinamico e propulsivo che la Cycling Sport Promotion ha saputo trarre dal grande evento. Ha fatto leva sul suo impatto popolare e mediatico, sulla tradizione di cui gode il ciclismo nella terra di Alfredo Binda, per promuovere i suoi valori educativi, ecologici e sociali a tutto tondo. E nel 2015 rilancia. Non solo porta avanti il progetto “Pedala in sicurezza” nel mondo della scuola, ma vara altre due manifestazioni internazionali, il 3° Trofeo Da Moreno per le donne juniores, il 1° Trofeo Almar, prova della Coppa delle Nazioni Under 23 uomini, ed annuncia due gare giovanili esordienti e allievi a Rancio Valcuvia. Fatti, non parole. Ecco la risposta alla crisi del Paese da parte di chi investe con passione, competenza e fiducia nel ciclismo, in accordo con le istituzioni e le realtà produttive del territorio, per farne risorsa di rilancio e di ripresa”.