Sono passate già diverse settimane dal trofeo Alfredo Binda ma non accenna a diminuire l’eco che ha caratterizzato l’ultima edizione, vinta dalla campionessa del mondo Elizabeth Armitstead e passata in archivio per la folla delle grandi occasioni che ha reso indimenticabile il doppio appuntamento di Cittiglio. Sia la gara delle elite che la gara delle junior, il trofeo Da Moreno, Piccolo trofeo Alfredo Binda vinto dalla francese Clara Copponi, hanno suscitato molto entusiasmo in un territorio già molto appassionato al ciclismo e così fortemente legato alla figura di Alfredo Binda.

L’Entusiasmo del pubblico è nato dai “grandi numeri” che hanno caratterizzato il week end del 20 marzo. Alla gara elite hanno partecipato 28 squadre, un record, mentre alla gara junior ben 21 team, altro record. Al trofeo Binda hanno preso il via 165 atlete, provenienti da tutti i continenti tra cui le nazionali di Francia e Svizzera. In totale sono state rappresentati i seguenti Paesi: Australia, Belgio, Bielorussia, Brasile, Canada, Colombia, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Guam, Italia, Kazakistan, Lituania, Messico, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Romania, Russia, Slovenia, Spagna, Sudafrica, Svezia, Svizzera, Ucraina, Ungheria. Le atlete junior al via sono state 119, tra cui cinque nazionali straniere (Francia, Svizzera, Lituania, Austria e Slovenia), una squadra mista estera e 15 teams italiani. Questi i Paesi rappresentati: Italia, Francia, Svizzera, Lituania, Austria, Slovenia, Belgio, Olanda, Norvegia, Gran Bretagna e Russia. Qualificatissima la partecipazione: venti campionesse in carica tra titoli mondiali, continentali e nazionali.

Il percorso di gara, con l’inedita partenza da Gavirate, ha toccato ben venti comuni. Per l’organizzazione di tutti i servizi necessari la Cycling Sport Promotion ha messo in campo un plotone di ben 80 persone; ben 80 sono stati i mezzi utilizzati, fra moto e autovetture e 350 sono stati i volontari che hanno garantito la sicurezza del percorso insieme a 150 membri delle forze dell’ordine. Sono stati distribuiti 1000 pass.

Piuttosto imponente è stata la comunicazione assicurata. Alla gara hanno partecipato 50 giornalisti, fra carta stampata, web, tv, radio, fotografi e cineoperatori. RAISPORT 1 ha mandato in onda un servizio di 23 minuti già domenica 20 marzo, poco dopo la fine della gara elite le cui immagini sono state diffuse anche su 7 TV della piattaforma Sky a cura di Photospeed Video Service. Due sono state le radio collegate con Cittiglio: Radio Due Laghi e Radio Number One, la radio ufficiale della gara. Per assicurare l’informazione sono state realizzate e stampate 200 guide per l’atleta, 150 guide tecniche, 1.000 depliant, 10.000 volantini, 7.500 pieghevoli e sono stati diffusi quaranta comunicati stampa. L’esperimento dello streaming live ha avuto 6.615 accessi durante la diretta e altri 501 sono stati gli accessi nei giorni successivi. La piattaforma Youtube registra ad oggi vari video inerenti la giornata con quasi 20.000 visualizzazioni complessive. Su facebook i post hanno raggiunto 2339 contatti, l’account Twitter @TrofeoBinda ha diffuso 132 messaggi nella giornata di domenica 20 marzo con 245.286 visualizzazioni organiche (fonte twitter analitycs) contro le 127.043 del 29/3/2015 (edizione precedente). I followers su twitter sono passati dai 1.001 del luglio 2015 (Trofeo Almar Coppa dei Laghi U23) ai 1421 odierni. Le visualizzazioni mensili twitter 386.000 contro le 198.000 del 2015. Novità di quest’anno anche l’account Instagram per la diffusione di fotografie in diretta che hanno accompagnato la giornata interagendo anche con twitter. Sono state postate 85 fotografie con un seguito fisso di un centinaio di iscritti, contatti con 215 utenti unici e 614 likes. La dirette web della competizione è stata assicurata da www.tuttobiciweb.it oltre ai social collegati al sito http://cyclingsportpromotion.com.

L’appuntamento con la Valcuvia si è rivelato un eccellente veicolo di promozione del territorio: le presenze in hotel nel’arco della settimana sono state circa 1200; dodici sono state le strutture ricettive selezionate dall’organizzazione. All’arrivo a Cittiglio sono state contati circa ottomila spettatori. Per intrattenere il pubblico si sono esibiti cinque Gruppi Folcloristici.

Numeri importanti ai quali va aggiunto forse i dato più bello in assoluto: “Sì. Il dato più bello è stato quello dei bambini che sono stati coinvolti nel progetto “Pedala, Pedala in Sicurezza” che ci vede impegnati nei mesi precedenti le due gare – ha sottolineato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – sono stati 1500 i bambini, tutti entusiasti del ciclismo e della bicicletta. Rispetto alle due gare dico che siamo riusciti a proporre ancora un evento molto apprezzato dagli addetti ai lavori e dal pubblico, accorso molto numeroso sul traguardo di Cittiglio e lungo il percorso delle due gare. Anticipando la gara di una settimana rispetto la tradizione abbiamo accresciuto la stagione dell’ospitalità in tutto il territorio ed ha costituto una bella vetrina per le nostre eccellenze, in tutti i settori. Mi è fatto obbligo ringraziare tutte le associazioni, gli Enti e le Amministrazioni che ci hanno sostenuto, oltre a tutte le forze dell’ordine e ai volontari. Senza il prezioso aiuto di tutti sarebbe impossibile organizzare competizioni sportive di questo livello. Grazie anche a tutti e arrivederci a luglio con la Coppa delle Nazioni Under 23”. (Foto F. Ossola)

Chi volesse rivivere e emozioni dell’evento dello scorso 20 marzo, ecco le belle immagini di Angelo Gaudenzi:
– TROFEO BINDA: http://youtu.be/6r1v3G9gpzs
– TROFEO DA MORENO: http://youtu.be/dYvkHvxXgvI
– PRESENTAZIONE SQUADRE: http://youtu.be/D9ZcOoru0Xo

Gallery: http://cyclingsportpromotion.com/gallery/trofeo-alfredo-binda-womens-world-tour-foto-f-ossola/