Le ultime novità sul trofeo Almar/Coppa dei Laghi, prova italiana di Coppa delle Nazioni Under 23, in programma domenica 31 luglio da Taino (VA) ad Angera (VA) sono state annunciate stamattina nel corso della conferenza stampa ospitata dalla Camera di Commercio di Varese. La gara porterà sulle strade della sponda lombarda del Lago Maggiore il pubblico delle grandi occasioni. “Siamo pronti. – ha spiegato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion che organizza l’evento – Come lo scorso anno la corsa si svolgerà su un percorso di elevatissimo livello tecnico che abbiamo scelto con cura, individuandolo tra i laghi varesini. Il nostro impegno organizzativo si distingue proprio per la filosofia che adottiamo per coniugare sport e promozione del territorio. In questa occasione abbiamo centrato in pieno l’obiettivo”. Mario Minervino ha poi annunciato i Paesi partecipanti: “Tutte le più forti nazionali al mondo parteciperanno al trofeo Almar/Coppa dei Laghi. E come lo scorso anno la quadra azzurra è la favorita per il successo”.

Molto importanti sono le novità che caratterizzano l’edizione 2016 della Coppa delle Nazioni; sabato sera la presentazione delle squadre si svolgerà a Sesto Calende mentre domenica mattina Taino ospiterà una corsa per allievi: la Piccola Coppa delle Nazioni. Si è manifestato entusiasta il sindaco di Taino, Stefano Ghiringelli: “Domenica per la nostra comunità sarà una giornata davvero importante; cercheremo di sfruttare al meglio l’occasione promuovendo i due simboli principali del nostro paese: il monumento di Giò Pomodoro e la salita del Tainenberg”. Ugualmente entusiasta il sindaco di Angera, Alessandro Paladini Molgora: “La prova di Coppa delle Nazioni rappresenterà un importante momento di promozione turistica. Un evento che si abbina benissimo al progetto “Do you Lake?” promosso dalla Camera di Commercio di Varese per lo sviluppo economico e sociale dei nostri laghi”. A chiudere la presentazione il segretario generale della Camera di Commercio, Mauro Temperelli, ha sottolineato l’importanza mediatica offerta da una manifestazione di caratura internazionale come la Coppa dei Laghi. (Foto F.Ossola)