Si lavora con passione ed entusiasmo in provincia di Varese per l’organizzazione del trofeo Almar, Coppa delle Nazioni U23 in programma domenica 26 luglio sulla sponda lombarda del Lago Maggiore. Passione ed entusiasmo ma anche tante ore di lavoro straordinario per allestire l’evento internazionale più importante dell’estate italiana dei corridori e dei team Under 23. Si producono le bandiere che coloreranno l’arrivo di Angera, si ascoltano e si provano gli inni nazionali, si ripete il cerimoniale di firma del foglio di partenza e di premiazione ma soprattutto si tira a lucido tutto il percorso che da Taino porterà al traguardo finale di Angera, nello splendido viale Pietro Martire, dopo 180 chilometri di autentica battaglia sportiva. Al via sono attesi, infatti, tutti i migliori corridori Under 23 al mondo per questa sfida che si sta confermando molto appassionante. Ad oggi, dopo gli appuntamenti di Belgio, Francia, Paesi Bassi e Repubblica Ceca, la classifica provvisoria della Coppa delle Nazioni vede al comando la Norvegia davanti alla Danimarca mentre l’Italia è saldamente posizionata al terzo posto davanti alla Francia e alla Gran Bretagna.

Dopo l’appuntamento italiano la Coppa delle Nazioni farà tappa al Tour de l’Avenir, in Francia per l’ultimo appuntamento che definirà la partecipazione ai campionati mondiali in programma quest’anno negli Stati Uniti. Insomma, non c’è sport più internazionale del ciclismo e quindi l’appuntamento del prossimo 26 luglio con Taino, Angera e la provincia di Varese si rivelerà una nuova occasione per promuovere un territorio da sempre molto legato alla bicicletta ma anche alla migliore accoglienza ed ospitalità.

Dopo la Coppa del Mondo donne di fine marzo in Valcuvia, questo nuovo appuntamento internazionale, stavolta con il ciclismo maschile under 23, propone di nuovo il ciclismo quale volano di sviluppo e promozione per tutte le più belle proposte del territorio: “Qui in provincia di Varese amiamo lo sport ed in particolare il ciclismo – ha sottolineato Mario Minervino, presidente del Comitato Organizzatore – ma siamo orgogliosi di proporlo in uno scenario che non ha eguali. I corridori pedaleranno tra il lago Maggiore e le Prealpi che offrono tantissime opportunità per tutti i tipi di turismo e le immagini trasmesse dalla RAI in tutto il mondo saranno utilissime a promuovere Taino, Angera e tutte le altre bellissime località che ospiteranno la gara. Sarà una gran bella festa con corridori e nazioni da tutti i continenti”.