“Il ciclismo italiano deve molto al movimento femminile, in termini di risultati, prestigio e capacità di coinvolgere un sempre maggior numero di appassionati. Il ciclismo femminile deve molto al Trofeo Alfredo Binda, quest’anno giunto alla 22^ edizione. Non solo perché questa manifestazione ha compreso, prima di molte altre, l’importanza del ciclismo femminile nello sviluppo complessivo del nostro sport; ma soprattutto perché da quando è nata, e sono ormai 46 anni, ha continuato a crescere in importanza e capacità di generare valori culturali”. Apprezzamento importante che arriva da Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana, che aggiunge: “Oggi il Trofeo Binda è al centro di un universo di iniziative che hanno assunto un’importanza strategica per lo sviluppo turistico della provincia di Varese. Per questo motivo saluto con piacere lo svolgimento anche (e sono ormai sei anni) del Trofeo da Moreno – Piccolo Trofeo A. Binda per donne Juniores. Per lo stesso motivo mi piace ricordare l’importanza che assume, per le comunità interessate, il progetto “Pedala, Pedala… in Sicurezza” per le scuole primarie e secondarie. Iniziativa che si sposa perfettamente con la strategia di formazione e coinvolgimento della Federazione riguardo i giovani: formazione legata al codice della strada e alle norme di sicurezza; coinvolgimento riguardo l’importanza della bicicletta come stile di vita sano ed ecologico”.

Il Trofeo Alfredo Binda – Comune di Cittiglio e il trofeo Da Moreno – Piccolo Trofeo Binda, si disputeranno domenica 22 marzo con partenza dal centro commerciale di Cocquio Trevisago (VA) e arrivo a Cittiglio (VA) su un percorso che sarà presentato sabato 22 febbraio: “Al nostro già ricco programma – ha dichiarato Mario Minervino, presidente della Cycling Sport Promotion – aggiungeremo altre iniziative sul territorio per la promozione del ciclismo e delle opportunità turistiche della provincia di Varese. Sono giù tantissime le richieste di partecipazione un po’ da tutto il mondo. Questo è l’anno olimpico e le due gare di Cittiglio costituiscono il primo, importante appuntamento sulla strada per Tokyo”. (Foto di Flaviano Ossola)